Gazzettino di Salerno

Sabato, 16 Dicembre 2017  21:40:46
A+ A A-

Vincenzo Napoli ha partecipato ieri alla Giornata di Studio “Salute Migranti. Sinergie del territorio”. L’evento – organizzato dalla ASL Salerno - si è svolto alla Fondazione Ebris. La Giornata punta a promuovere una riflessione a 360 gradi con tutti i protagonisti (istituzioni, forze dell’ordine, terzo settore ed ong) impegnati nella gestione delle migrazioni. Il tema del convegno è quanto mai importante soprattutto in questo momento storico nel quale il fenomeno migratorio è diventato di grande complessità anche nel nostro territorio. Salerno e la Campania, infatti, sono in prima linea a livello nazionale ed europeo per la gestione degli sbarchi. Le problematiche sono variegate: il dovere delle solidarietà e il diritto alla sicurezza, il diritto costituzionale alla salvaguardia della salute personale e collettiva, l’integrazione strategica delle politiche e dei servizi territoriali in una fase storica contrassegnata da una grave crisi economica e del modello di welfare. Dinamiche e problematiche che non si possono ignorare, trascurare, non governare per garantire insieme all’integrazione anche il futuro sereno delle nostre comunità.

"La giornata di studio “Salute dei Migranti. Sinergie del territorio”, organizzata quest'oggi dall'ASL Salerno alla Fondazione Ebris, pone un problema importante e lo fa con grande intelligenza. Il mondo è cambiato, i parametri che avevamo in passato per interpretarlo sono superati, ci troviamo difronte a mutamenti epocali inimmaginabili fino a pochi anni fa - ha dichiarato il primo cittadino - L'immigrazione è ormai una realtà imprenscindibile: bisogna quindi essere in grado di mettere in moto meccanismi di accoglienza, educazione, integrazione e anche di repressione laddove manca il rispetto delle regole. Abbiamo dimostrato di essere una città accogliente e capace di gestire questa emergenza, ma al contempo pretendiamo il rispetto delle nostre regole. Grazie all'impegno quotidiano dei nostri servizi sociali e del nostro Assessore Savastano, cerchiamo di fare in modo da un lato che non vi siano segni di intolleranza e dall'altro che non si verifichino cadute di attenzione perché la sicurezza è un bene di tutti rispetto al quale non si può fare alcun passo indietro"

Pubblicato in Salute

“Si avvicinano le festività e al Comune già parte lo psicodramma sul volume della musica nei pomeriggi di Natale e Capodanno. Io sono dalla parte di chi si impegna, mettendo anche mano alla tasca, per organizzare momenti artistici e musicali che fanno parte della magia del Natale. Eccessi e vandalismo invece sono tutt'altro problema e vanno prevenuti con presidi fissi di forze dell'ordine, ma basta demonizzare chi prova a ravvivare questa città”. Lo dichiara Dante Santoro, consigliere di giovani salernitani-demA, in merito alle polemiche avanzate in questi giorni da alcuni consiglieri di maggioranza che vorrebbero limitare in modo sostanziale le esibizioni musicai offerte dai locali e lo “struscio“ pomeridiano di Natale e Capodanno.

Pubblicato in Politica

Dobbiamo necessariamente parafrasare uno dei tormentoni del 2017 musicale italiano, "La musica non c'è", per puntualizzare la posizione della Federazione dei Giovani Socialisti di Salerno e della Campania in merito alle recenti dichiarazioni di alcuni consiglieri comunali sulla necessità di "bandire" la musica all'esterno dei locali durante la vigilia di Natale e quella di Capodanno.

Salerno da sempre ha, tra le sue tradizioni più amate e rispettate, lo "struscio" (che non è il titolo di un film di Tinto Brass): tantissimi salernitani, ed in particolare i giovani, si ritrovano in giro per le strade salernitane per scambiarsi i tradizionali auguri di buone feste e condividere un drink in compagnia di amici e parenti. Vietare la musica all'esterno come se fosse motivo di "destabilizzazione" dell'ordine pubblico o della fruibilità dei diversi esercizi commerciali aperti in giro per la città, significa non condividere le tradizioni salernitane e non garantire il giusto spazio alla cittadinanza che intende festeggiare senza esagerare. Le già applicate ordinanze, in termini di sicurezza, consentiranno allo "struscio" di realizzarsi senza usi e abusi di bottiglie di vario genere che potrebbero creare problemi di ordine pubblico e di inciviltà, per cui è ipotizzabile un freno sostanzioso alle esagerazioni che nulla hanno a che vedere con il problema dell'intrattenimento musicale.

Si deve, pertanto, garantire la sicurezza della cittadinanza mediante l'osservanza delle regole e non per mezzo di inutili divieti che andrebbero a destabilizzare non solo le attività commerciali ma anche le tradizioni salernitane. Come già annunciato dal consigliere comunale Massimiliano Natella, è necessario regolamentare e garantire sicurezza a chiunque voglia percorrere le varie zone nevralgiche della città, senza in alcun modo vietare l'esecutio di una tradizione. Si provveda, anzi, a proporre in tempi brevi un accordo con la SIAE per favorire le esibizioni di giovani artisti salernitani che vorrebbero e meriterebbero più spazio sul territorio, senza dover necessariamente gravare sulle casse dei gestori dei locali volenterosi.

 

Il Segretario FGS Salerno - Presidente FGS Campania

Vittorio Cicalese

Pubblicato in Politica

Un detenuto di 48 anni è morto ieri mattina a bordo di un mezzo della Polizia Penitenziaria mentre stava per essere accompagnato in Tribunale. A dare la notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Emilio Fattorelli, segretario nazionale SAPPE per la Campania, ricostruisce i drammatici momenti: “Un uomo di 48 anni, disabile per problemi ortopedici, giudicabile per reati comuni e arrestato per evasione dagli arresti domiciliari da una casa di cura, è deceduto per arresto cardio circolatorio sul pullman del Nucleo Traduzioni della Polizia Penitenziaria del carcere di Salerno mentre veniva tradotto in udienza presso il tribunale della città. Al momento della disgrazia l'automezzo era ancora nel piazzale del carcere. A nulla sono valsi i soccorsi prestati dal personale e dai sanitari che non hanno potuto fare altro che certificare il fulmineo decesso. Il magistrato di turno ha condotto le immediate indagini che il caso impone. Ancora un decesso per un soggetto che poteva anche non essere in carcere in relazione alla sua posizione giuridica e stato di salute”.

 “La situazione nelle carceri resta allarmante: altro che emergenza superata”, commenta Donato Capece, segretario generale SAPPE. “Dal punto di vista sanitario è semplicemente terrificante: secondo recenti studi di settore è stato accertato che almeno una patologia è presente nel 60-80% dei detenuti. Questo significa che almeno due detenuti su tre sono malati. Tra le malattie più frequenti, proprio quelle infettive, che interessano il 48% dei presenti. A seguire i disturbi psichiatrici (32%), le malattie osteoarticolari (17%), quelle cardiovascolari (16%), problemi metabolici (11%) e dermatologici (10%)”.

“Altro che dichiarazioni tranquillizzanti, altro che situazione tornata alla normalità. I problemi del carcere sono reali, non sono problemi da nascondere come la polvere sotto gli zerbini, ma criticità reali da risolvere. I numeri dei detenuti in Italia è tornato a livelli di affollamento insostenibili, e le aggressioni, le colluttazioni, i ferimenti, i tentati suicidi e purtroppo anche le morti per cause naturali si verificano costantemente, spesso a tutto danno delle condizioni lavorative della Polizia Penitenziaria che in carcere lavora 24 ore al giorno. Con buona pace di talune dichiarazioni surreali, fatte da politici, ex politici ed associazionismo vario, che non rappresentano affatto la realtà quotidiana che si vive nelle nostre strutture detentive”, conclude il leader del SAPPE.

 

 

Pubblicato in Cronaca

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore di Salerno, personale della Polizia di Stato in forza alla Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, nella serata di ieri, in via Palumbo nei pressi del cinema multisala, zona via Allende – stadio Arechi, sorprendeva ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo L.A. di anni 48; quest’ultimo pertanto veniva sanzionato ai sensi dell’art 7/15° del Codice della Strada, con l’intimazione ad allontanarsi dal luogo dove stava esercitando l’illecita attività; da un successivo controllo da parte degli operatori, l’uomo veniva inoltre deferito in stato di libertà alla locale A.G. per la violazione inerente gli obblighi del cd. “DASPO urbano”, provvedimento di cui era destinatario per precedenti violazioni.

Sempre nella stessa giornata di ieri veniva deferito in stato di libertà alla locale A.G., D.V. di anni 56, in quanto già destinatario del provvedimento del Questore di foglio di via obbligatorio dal Comune di Salerno, sorpreso in zona Torrione di questo capoluogo senza essere autorizzato.

Durante l’attività di prevenzione venivano sottoposte a controllo nr. 53 persone e nr. 30 veicoli.

Pubblicato in Cronaca

Gli agenti della Polizia di Stato, questa notte, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio per prevenire e reprimere i reati, hanno arrestato due giovani ritenuti responsabili del furto di uno scooter in sosta sulla strada, nel centro cittadino di Salerno.

In particolare, i poliziotti della Sezione Volanti della Questura di Salerno, durante il pattugliamento delle strade della città, alle ore 03.00 circa, hanno notato in via Francesco Farao, nella zona lungo Irno, due soggetti intenti a forzare il blocco del manubrio di uno scooter.

I due malfattori, alla vista della Polizia di Stato, hanno tentato la fuga, rispettivamente a bordo di un’autovettura ed a piedi, ma sono stati entrambi bloccati dagli agenti della Volante, identificati per A. D. del 1997 e A. A. del 1998, residenti in Provincia di Salerno, e tratti in arresto.

Il reato, in seguito all’efficace intervento degli agenti, non è stato portato ad ulteriore compimento, in quanto i malfattori sono stati colti in flagranza dalla Volante che pattugliava in quel momento la via dove i due ladri stavano per rubare il motociclo.

I due arrestati sono stati quindi posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio di convalida, in sede di direttissima, previsto nella giornata odierna.

Pubblicato in Cronaca

La Polizia di Stato, in collaborazione col MIUR, ha avviato un progetto – concorso rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie al fine di promuovere la diffusione della cultura della legalità e del rispetto delle regole dal titolo “Pretendiamo legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa” per l’anno scolastico2017/2018.

Il mensile ufficiale della Polizia di Stato “Poliziamoderna” collaborerà al progetto eleggendo il Commissario Mascherpa, protagonista del fumetto a episodi edito in esclusiva dalla rivista, quale testimonial e fonte d’ispirazione per i lavori che gli studenti svolgeranno.

Il bando del concorso, a cui possono partecipare anche tutte le scuole della Provincia di Salerno, è pubblicato sul sito web del MIUR – Ufficio Scolastico Regionale Campania.

Nel sito web www.poliziamoderna.it, pagina “Pretendiamo Legalità”, le scuole potranno consultare e scaricare il materiale didattico utile alla partecipazione al progetto ed alla realizzazione delle opere da parte degli studenti.

A seguito di incontri tenuti nelle scuole aderenti, condotti da personale della Polizia di Stato, saranno realizzati i lavori che dovranno essere inviati o comunque posti a disposizione della Questura di Salerno, Ufficio Relazioni con il Pubblico, (pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 089.613470), entro e non oltre il 5 marzo 2018.

Il progetto si articolerà in due moduli, in relazione alla classe di appartenenza dei ragazzi: 1) gli alunni della scuola primaria, anche attraverso l’ausilio di un questionario, dovranno sviluppare il seguente argomento: “Io=Noi: Legalità=Responsabilità”; gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado dovranno, invece, approfondire un altro aspetto: “Il futuro è nella memoria: come riconquistare spazi di legalità collettiva”.

I lavori prodotti, individuali o di gruppo, potranno concorrere per una delle seguenti categorie: 1) Scuole primarie: categorie: opere letterarie, arti figurative e tecniche varie; 2) Scuole secondarie di primo e secondo grado: categoria: graphic novel e cine tv.

Il concorso, che prevede dei vincitori sia a livello provinciale che nazionale, si concluderà con una cerimonia di premiazione degli elaborati vincenti realizzati dagli studenti che potrà essere inserita nell’ambito delle celebrazioni della Fondazione della Polizia di Stato.

Pubblicato in Cronaca

Salerno: Sequestrati 350 Kg di pesce

I carabinieri forestali del Gruppo e Nucleo Investigativo di Salerno, unitamente ai militari del Nucleo Antifrodi Carabinieri di Salerno, hanno effettuato nelle prime ore della giornata odierna controlli presso i mercati ittici generali di Salerno.

In considerazione del particolare periodo in cui la domanda di mercato dei prodotti ittici incrementa significativamente rispetto agli altri periodi dell'anno e della conseguenzale esigenza di tutela del consumatore, le attività poste in essere hanno avuto ad oggetto il rispetto delle normative in materia etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici posti in vendita.

Sono stati controllati 12 esercizi di vendita all'ingrosso presso 4 dei quali sono state accertate irregolarità che hanno portato al sequestro di circa 350 kg di prodotti (spigole, gallinelle, pesce castagna, triglie e alici), per un valore commerciale di circa €4.500,00 perché mancanti di etichetteria e/o di documentazione che ne dimostrasse la provenienza.

Comminate sanzioni per un importo complessivo di €6.000,00.

Pubblicato in Cronaca

Tra le numerose attività del frenetico periodo natalizio salernitano spicca ancora una volta, per la sua terza edizione, la Mostra d’Arte “Blind Pottery Light”, percorso narrativo tattile per non vedenti e ipovedenti, dedicato alle riproduzioni delle più belle installazioni luminose di Luci d’Artista e, novità assoluta di quest’anno, alle sognanti e celebri raffigurazioni tratte dalla fiaba “Il Piccolo Principe” di Saint-Exupéry.

Presentato questa mattina nella Sala del Gonfalone di Palazzo di Città, “Blind Pottery Light” si afferma sempre di più come un momento di riflessione di grande importanza nell’ambito di un tema così delicato come la disabilità: l’evento si inserisce, infatti, in un contesto di integrazione e solidarietà volti a far godere concretamente, anche a chi è diversamente abile, il periodo delle feste natalizie.

Conscia della portata dell’impegno solidale in un’amministrazione sempre attenta ai bisogni dei propri cittadini, ha espresso così la sua vicinanza all’iniziativa l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Salerno, Mariarita Giordano:

“Presentiamo qui oggi un’iniziativa di grande importanza e sensibilità. Un grazie va agli artisti che hanno reso possibile questo percorso “intelligente” e aver permesso a noi vedenti di immedesimarci in una realtà che troppe volte viene ignorata. Non possiamo pensare che ci siano cittadini di serie A e serie B, tutti devono essere coinvolti e, senza dubbio, l’amministrazione dovrà stare accanto a queste associazioni che tanto bene fanno al nostro territorio.”

Tante, infatti, le realtà associative che hanno contribuito alla realizzazione di questa mostra; una su tutte DONATION Italia, tra i principali partner dell’evento, il cui presidente, Luigi Bisogno, si è detto orgoglioso di aver preso parte ancora una volta a questa splendida iniziativa.

“Come associazione crediamo molto in una politica di integrazione e nel dare voce e spazio a chi non ne ha – spiega Luigiquest’anno l’offerta sarà ancora più ricca, con le opere del Piccolo Principe che impreziosiranno una già ricca esposizione.”

Vero e proprio artefice della rassegna è stato Stefano Esposito, ideatore e curatore del progetto che ha voluto presentare ai presenti le novità di questa terza edizione.

“Dopo due edizioni dedicate interamente a Luci d’Artista abbiamo pensato di aggiungere un tocco in più quest’anno, proprio quello del Piccolo Principe. L’idea è nata in estate quando, portando i ragazzi dell’associazione ANAIMA ai Templi di Paestum per uno spettacolo teatrale dedicato all’opera di Saint-Exupéry, abbiamo riscoperto questa splendida fiaba senza tempo. 5 sono le tavole interamente dedicate, ma nella sede dell’associazione tante sorprese attendono chi vorrà venire a farci visita”.

Le opere in ceramica sono state realizzate grazie al contributo dell’Associazione Clio Art di Salerno, impegnata già da diversi anni nella creazione di percorsi tattili e progetti di integrazione sociale.

Le tavole saranno presentate al pubblico in occasione di due esposizioni d’eccezione: la prima, il 16 dicembre alle ore 10.30 presso il Caffè Letterario G. Verdi, mentre il 17 dicembre alle ore 18.00 sarà il turno dell’Eco Bistrot situato sul lungomare Cristoforo Colombo.

Dal 18 dicembre al 4 gennaio, invece, tutte le opere saranno disponibili presso l’Associazione ANAIMA di Cava de’ Tirreni

 

 

Pietro Marchesano

Pubblicato in Arte

Questo pomeriggio, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, insieme all’assessore al Commercio Dario Loffredo hanno inaugurato le Botteghe Artigiane a Villa Carrara. Erano presenti anche i presidenti di Claai, Cna, Unimpresa (rispettivamente Gianfranco Ferrigno, Lucio Ronca, Demetrio Cuzzola).

Si tratta di una bella iniziativa natalizia che rende protagonista anche la zona orientale della città nell'ambito di Luci d'Artista.

(foto di Massimo Pica).

Pubblicato in Lavoro
Pagina 1 di 330
Vincenzo Iannone Editore Srl Semplificata. P.IVA 05118310654. Sede legale: via Vittorio Emanuele III n°18, Pellezzano (SA) 84080 R.V.G.N 160/2013

Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole