Gazzettino di Salerno

Mercoledi, 23 Maggio 2018  08:29:37
A+ A A-

Fascismo, il Segretario della CGIL Salerno scrive al Ministro Minniti

Egregio Signor Ministro,

Mi aggrada cogliere l'occasione della sua permanenza a Salerno per esprimerLe la preoccupazione della Cgil provinciale per il grave clima di tensione e per le nuove vecchie forme di fascismo che in questi giorni si stanno moltiplicando nel Paese. Nella giornata odierna, a Salerno ed in tutta Italia, la Cgil è impegnata in una capillare iniziativa di sensibilizzazione finalizzata a porre un argine alla preoccupante crescita di gesti e di violenze fasciste. Sentir parlare di giustizia ed accostare tale termine agli episodi di Macerata ci lascia francamente basiti. 

Lì siamo davanti ad un chiaro atto di delinquenza fascista che non può nemmeno lontanamente essere accostato ad alcun sentimento di giustizia.

Ci preoccupa, Signor Ministro, dover constatare che quell'efferato episodio di violenza viene giustificato, esaltato e rivendicato da alcune formazioni partitiche che tentano di darne dignità politica. 

La Cgil quindi è impegnata, insieme a tutte le altre forze democratiche, a vigilare e sconfiggere ancora una volta qualsiasi pratica e militanza politica che si richiami al partito fascista. 

La Cgil, come tutte le forze democratiche, rimane vincolata alla nostra moderna e lungimirante costituzione. E lì, Egregio Signor Ministro, che risiedono tutti gli elementi giuridici per mettere fuori legge le formazioni politiche di chiaro stampo fascista. 

Fondare partiti fascisti, assumere violente pratiche politiche che ne esaltano l'ideologia, è un reato: così hanno sancito i nostri padri costituenti!! 

Le chiedo quindi se non sia giunto il momento di sollecitare gli organismi preposti e dichiarare fuori legge queste formazioni, che in queste ore pretendono di manifestare nelle nostre città. 

Il fascismo, evidentemente, non è una fase storica definitivamente superata, ma sollecita un contrasto, una costante militanza antifascista ed una vigilanza democratica alla quale occorre, a nostro modo di vedere, aggiungere le opportune e necessarie iniziative istituzionali previste dalla nostra carta costituzionale e dalle leggi dello Stato.

La Cgil di Salerno, unitamente alle altre associazioni democratiche del territorio, Le chiede di intervenire con determinazione e con la fermezza del caso che la pesante situazione impone.

Con osservanza,

 

Arturo Sessa - Segretario Generale Cgil Salerno

 

ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole