Gazzettino di Salerno

Martedi, 20 Febbraio 2018  22:15:40
A+ A A-

+Europa con Emma Bonino, presentati i candidati a Salerno In evidenza

Europa, politiche sociali, istruzione e formazione, economia, lavoro e immigrazione. Sono questi i principali temi su cui si è incentrato il dibattito politico che ieri sera ha visto protagonisti Giuseppe Scognamiglio e Antonio Santoro, candidati alle elezioni Politiche del prossimo 4 marzo nella lista +Europa con Emma Bonino.

Giuseppe Scognamiglio, napoletano di 54 anni, è capolista alla Camera dei Deputati nel Collegio Plurinominale di Salerno e Provincia (Campania 03). “L'Europa non è una matrigna – ha spiegato nel dibattito Scognamiglio – ma un'enorme opportunità di progresso per il nostro Paese, spesso tradita dall'incompetenza e incapacità gestionale. L'esempio più evidente è costituito dai fondi europei, utilizzati poco e a volte male."

Antonio Santoro, 31 anni di Salerno, candidato alla Camera nel Collegio Plurinominale di Salerno e Provincia (Campania 03), raccogliendo le impressioni dei partecipanti al dibattito, ha posto l’accento sulla necessità di innovare il sistema formativo e investire sulla crescita del capitale umano, soprattutto nel Mezzogiorno.
“Credo si debba mettere a punto una filiera – ha specificato Santoro –  che parta dalla scuola, passi per l’università e abbia come fine ultimo l’approdo nel mondo del lavoro. I vari livelli di formazione non possono essere concepiti come compartimenti stagni. In particolare, l’università dovrebbe tener conto della vocazione del territorio di riferimento, implementando partnership con imprese e aziende al fine di realizzare percorsi formativi e di sviluppo mirati”.

Quanto alle politiche sociali e di welfare, entrambi i candidati si sono mostrati d’accordo sulla necessità di portare a compimento un'integrazione perfetta tra le risorse del pubblico e del privato, secondo un modello di economia circolare che ripartisca le responsabilità tra istituzioni, imprese e terzo settore.

Più Europa, per Scognamiglio e Santoro, significa guardare oltre il recinto dei confini Nazionali, per importare le migliori pratiche di gestione politico-istituzionale, da integrare con i modelli di governance e culturali del nostro Paese Italia.

 

Ultima modifica il
ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole