Gazzettino di Salerno

Mercoledi, 23 Maggio 2018  08:31:23
A+ A A-

25 Aprile, Luigi Giannattasio (ANPI): 'La Resistenza è una pratica quotidiana' In evidenza

La sezione di Salerno dell’Anpi - Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha promosso, anche quest’anno, le celebrazioni della Festa della Liberazione nella nostra città.

Ieri mattina, una corona di alloro è stata deposta sulla statua di Giovanni Amendola, situata in via Corso Giuseppe Garibaldi. Dopodiché, i partecipanti si sono ritrovati in Piazza Vittorio Veneto per rendere onore ai caduti e deporre corone d’alloro al Monumento dei Caduti e alla lapide del Partigiano Tenente Ugo Stanzione.

Presenti all’evento, tantissimi cittadini salernitani e non, associazioni, sindacati, membri delle istituzioni, le forze armate, esponenti di partito che hanno assistito al saluto del Viceprefetto Vicario Reggente di Salerno, alla lettura dei messaggi commemorativi da parte del Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli e del Presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, e del Segretario CGIL Salerno Arturo Sessa, e del Presidente dell’ANPI Salerno, Luigi Giannattasio.

Partecipato il corteo verso Piazza Cavour, di fronte al Palazzo Sant'Agostino, dove sono stati deposti i fiori a mare in ricordo delle vittime migranti del Mediterraneo. Tanti gli interventi e le testimonianze di cittadini di origine straniera che hanno partecipato alla festa.

“Crediamo che la data del 25 aprile non vada vista e vissuta solo come una sterile giornata commemorativa. Crediamo non si tratti di ricordare nostri concittadini, che prima di noi si sono battuti per difendere dei diritti, bensì di mantenere saldi nelle nostre menti proprio i diritti per cui tutti quei nostri concittadini, padri, nonni, zii, componenti di tante delle nostre attuali famiglie, si sono sacrificati. Ciò che va mantenuto vivo è il motivo che li mosse. Anpi, Resistenza, Partigiani, non possono e non devono essere parole legate a ricordi lontani per i nostalgici, più che mai non devono essere distanti dalle nuove generazioni – ha dichiarato Luigi Giannattasio - Resistere non vuol dire necessariamente lottare contro qualcosa o qualcuno, non si limita ad un atto di contrapposizione, ma è un atto di posizione. Serve resistere prima a se stessi ogni giorno, sempre. Resistere alla tentazione di abbracciare fantasmi sociali mai passati. La paura del diverso, il riversamento del disagio sociale su chi è ancora più disagiato, individuare un nemico su cui costruire campagne di odio e repulsione: sono fantasmi sociali che risiedono in ogni comunità, in ogni tempo, e che si nutrono di ignoranza, ignoranza della storia e di ciò che avrebbe dovuto insegnarci; ignoranza del presente, dei diritti su cui esso si fonda e della realtà dei fatti, distorti spesso in nome di quei fantasmi da risvegliare a distrazione da altri problemi. Resistenza - secondo il Presidente dell’ANPI Salerno - è una necessità continua più che viva e attuale, una pratica quotidiana, un livello di guardia e salvaguardia sociale che non andrebbe mai abbassata. Questo può rendere una società migliore, civile, moderna”.

IL 25 APRILE A CAVA DE’ TIRRENI

Il 25 Aprile 2017 si celebra il Settantatreesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo: un momento importante e significativo per riconoscersi, in questi tempi di crisi in cui ogni riferimento politico e culturale sembra essere sempre più labile, nello spirito costituzionale e nell’antifascismo.

Per questo motivo l’ANPI, con il comune di Cava de’Tirreni e l’ass. Agorà hanno invitato tutte le componenti della società civile, e a tutte le donne e a tutti gli uomini che si riconoscono nei valori dell’antifascismo e nello spirito della costituente nato dalla Resistenza, un appello perché partecipino numerosi e attivamente a tutte le iniziative proposte, per la Costituzione, la libertà e la Democrazia.

Ieri mattina, si è tenuta la celebrazione della messa nella chiesa della Concattedrale e la deposizione della corona d’alloro davanti al Monumento ai Caduti in Piazza Abbro. Il Presidente Patrizia Reso ha reso omaggio a Pasquale Capone e a tutti i resistenti con la piantumazione di un acero rosso.

 

Ultima modifica il

Galleria immagini

ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole