Gazzettino di Salerno

Giovedi, 21 Giugno 2018  09:17:24
A+ A A-

"Il video di Fanpage.it è un tentativo di indebolire la roccaforte del centrosinistra e una delle realtà del sud più forti per il Pd, come Salerno e la sua provincia. Il gesto di Roberto De Luca di rimettere l'incarico di assessore al bilancio del Comune di Salerno è sinonimo di grande responsabilità e di grande senso delle istituzioni". Cosi in una nota, il deputato Michele Ragosta.

"Oggi il centrosinistra ha dimostrato di essere forte, coeso e compatto, respingendo ogni tentativo di speculazione e strumentalizzazione politica, lasciando l'odio e le cattiverie gratuite agli altri. La manifestazione di oggi è la migliore risposta democratica di partecipazione popolare a chi intende la politica come strumento per offendere ed attaccare le persone sul piano personale. Oggi abbiamo dimostrato di essere una comunità forte, coesa e compatta. Questi ultimi giorni di campagna elettorale saranno durissimi. Tutti noi di Area Progressista saremo chiamati a compiere uno sforzo importante per convincere amici, conoscenti e familiari dell'importanza di questo voto e dell'importanza di votare per i candidati del Pd e del centrosinistra. È questa l'unica risposta che possiamo dare a chi ci attacca quotidianamente sulla stampa, con inchieste montate ad arte. Il 4 marzo - conclude - dimostreremo che noi siamo più forti di tutto questo. Avanti".

Pubblicato in Politica

"Con tanti amici e compagni abbiamo deciso di sostenere e di votare con convinzione, il prossimo 4marzo, Piero De Luca, candidato del Partito Democratico nel collegio uninominale di Salerno per la Camera dei deputati. Lo ritengo un voto utile per la mia città, per la mia provincia e per la mia regione. Piero De Luca è un giovane capace, un salernitano, un campano, un meridionale che saprà rappresentare al meglio le istanze del nostro territorio all'interno delle istituzioni parlamentari. Il mio appello a tutti i salernitani è quello di sostenerlo con convinzione, di fare la scelta giusta.Sono sicuro, che la sua presenza in Parlamento tutelerà al meglio gli interessi della collettività e contribuirà allo sviluppo economico, sociale e culturale della nostra terra". Lo scrive su Facebook il deputato Michele Ragosta.

 

 

Pubblicato in Politica

Sostegno ai candidati del centrosinistra nei collegi uninominali e plurinominali della Campania per le elezioni politiche del prossimo 4 marzo e organizzazione della presenza territoriale in tutta la Campania in vista del voto amministrativo della prossima primavera. Sono stati questi i temi al centro del coordinamento regionale di Area Progressista, il movimento politico guidato da Michele Ragosta, riunito ieri a Napoli.

“Area Progressista – ha spiegato Michele Ragostaè al lavoro per darsi una struttura capillare in tutte le province campane dove numerosi saranno i Comuni al voto per naturale scadenza del mandato o per scioglimento anticipato”. In totale sono 93 le amministrazioni comunali da rinnovare. Tra queste, 16 con una popolazione superiore ai 15mila abitanti, tra cui spiccano importanti centri come Castellammare di Stabia, Afragola, Boscoreale, Brusciano, Caivano, Cercola, San Giuseppe Vesuviano e Torre del Greco, in provincia di Napoli; Maddaloni ed Orta di Atella in provincia di Caserta; Pontecagnano e Campagna in provincia di Salerno, oltre al comune di Avellino.

“Sabato 17 febbraio terremo un’assemblea regionale per eleggere gli organismi provinciali di Napoli e delle altre province campane. Contestualmente – ha annunciato Ragostaindividueremo per ogni provincia dei referenti che si occuperanno di rappresentare il movimento al tavolo del centrosinistra per la composizione di alleanze e liste per le elezioni comunali. Area Progressista c’è – ha concluso Ragosta – e nelle prossime settimane rafforzerà la sua presenza sul territorio anche con iniziative a sostegno dei candidati del centrosinistra alle elezioni politiche. Un sostegno che non mancherà anche in Lazio e Lombardia, dove nostri candidati sono presenti nelle liste a sostegno di Nicola Zingaretti e Giorgio Gori”.

Pubblicato in Politica

"Area Progressista sarà presente con una propria lista alle elezioni amministrative di Pontecagnano Faiano". Ad annunciarlo, il responsabile nazionale on. Michele Ragosta, che nei giorni scorsi ha dato mandato all'avvocato Gerardo Calabrese (già Assessore del Comune di Salerno) di avviare la fase di consultazione per la ricerca dei candidati e delle candidate che comporranno la lista del movimento politico.

"Il nostro obiettivo - ha dichiarato Ragosta - è lavorare per formare una lista competitiva dentro il  campo del centrosinistra, con uomini e donne della società civile, delle professioni, dell'associazionismo per proporre ai cittadini buone pratiche per vivere meglio la città di Pontecagnano Faiano. Faremo delle proposte programmatiche da mettere al servizio di un discorso unitario che abbia al centro il bene della città e la risoluzione dei problemi quotidiani, in discontinuità con quanto fatto finora".

Pubblicato in Politica

“Area Progressista sarà presente con propri candidati all’interno della lista +Europa di Emma Bonino e Bruno Tabacci, contribuendo a scriverne il programma, condividendo il forte profilo europeista che i fondatori hanno inteso dare a questa formazione politica, basato sulla difesa dell’Europa unita”. Così in una nota il responsabile nazionale di Area Progressista, Michele Ragosta, annuncia l’intesa raggiunta con la lista +Europa.

“Questa destinazione – ha proseguito Ragostaè certamente quella più naturale per un movimento come il nostro che fin dall’inizio si è posto l’obiettivo di allargare e consolidare il campo del centrosinistra a sostegno del Partito Democratico. Un obiettivo che non abbiamo mai perso di vista e che con questo accordo verrà certamente rafforzato. Contestualmente – ha aggiunto Ragosta – prendiamo atto del fallito tentativo di costruire un’alleanza larga di centrosinistra con lista Insieme. Crediamo ancora che questo obiettivo sia raggiungibile, in nome dei temi comuni come quelli dell’ambiente, dei diritti e del lavoro ed siamo convinti che un’unificazione dei due progetti politici sia ancora possibile. Ma, nel frattempo, d’intesa con la nostra base, abbiamo scelto di guardare avanti e di dare una mano concreta alla lista +Europa. Martedì prossimo a Roma, ci sarà una riunione del coordinamento nazionale di Area Progressista con la presenza di Bruno Tabacci, nel corso della quale saranno avanzate e valutate proposte di candidature su tutto il territorio nazionale”. 

 

Pubblicato in Politica

Crescono le adesioni ad Area Progressista, il movimento di centrosinistra nato dalla scissione di Campo progressista di Giuliano Pisapia. Il parlamentare campano, Michele Ragosta, tra i promotori di Area Progressista – che confluirà nella lista Insieme-Italia Europa – sta continuando a registrare adesioni dalla Campania e da altre regioni d’Italia, da parte di parlamentari, amministratori locali, aderenti alle Officine delle idee ed ex di Campo progressista, i quali stanno sollecitando per tenere a breve, già entro la fine dell’anno, un’assemblea nazionale per dare forma e contenuti al soggetto politico. Nel frattempo, dopo l’adesione dell’on. Adriano Zaccagnini, nelle ultime si sta registrando l’interesse da parte di altri parlamentari.

“C’è entusiasmo e voglia di proseguire nel percorso tracciato da Campo progressista e da Giuliano Pisapia – afferma l’on. Ragostasoprattutto tra i parlamentari che avevano sposato il progetto di Cp, come i parlamentari Luigi Lacquaniti e il senatore Luciano Uras, nonché di parlamentari provenienti da altri schieramenti, come l’on. Angelo Mario D’Agostino (Scelta Civica) che potrebbe essere seguito anche dai colleghi Valentina Vezzali ed Ernesto Auci. In questo momento – spiega – abbiamo due obiettivi: continuare il percorso avviato da Pisapia, coinvolgendolo in campagna elettorale, e trovare un leader forte che possa tenere insieme e far crescere Area Progressista. Nelle prossime ore sentirò il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, al quale chiederò un impegno attivo alla guida di questo nuovo movimento, già con la sua presenza all’assemblea nazionale costituente. Se Pisapia è stato tradito dai “big” del suo stesso movimento, chiudendo ogni spazio ad altri, noi terremo le nostre porte ben spalancate a tutti quelli che non vorranno seguire Liberi e Uguali”.

Intanto prosegue anche il lavoro di costruzione della lista “Insieme-Italia Europa”. “Nelle prossime ore – annuncia l’on. Ragostadefiniremo le nuove adesioni dei parlamentari ad Area Progressista ed incontreremo gli altri esponenti della lista per definire il programma e aprire un confronto per condividerlo con il Partito Democratico, per puntare al Governo del Paese, concentrando l’attenzione su obiettivi importanti come la lotta alla povertà, gli incentivi sui contratti a tempo indeterminato, interventi incisivi per i giovani del Mezzogiorno d’Italia e l’eliminazione del super ticket. Infine – conclude l’on. Ragostail nostro auspicio è che in queste ultime settimane di lavoro il Parlamento possa approvare legge importanti, a cominciare lo Ius Soli”.

Pubblicato in Politica

“Area Progressista Campania esprime totale solidarietà e vicinanza al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, oggetto di alcuni striscioni offensivi per aver difeso l’aggressione subita qualche giorno fa dai giornalisti della redazione napoletana de “La Repubblica”. Il fatto che questi striscioni siano a firmati dal gruppo politico di estrema destra Forza Nuova, rafforza quanto stiamo dicendo da tempo e cioè che la buona politica, quella della denuncia e della proposta, come fa quotidianamente il consigliere regionale Borrelli, a volte può risultare scomoda per chi punta a instaurare un clima di populismo basato sulla violenza verbale e fisica”. Così in una nota, i promotori di Area Progressista Campania, tra cui il parlamentare Michele Ragosta. “Ci auguriamo che le forze dell’ordine individuino i responsabili. Al consigliere Borrelli diciamo, infine, di continuare nelle sue battaglie quotidiane andando avanti sempre a testa alta”.

Pubblicato in Politica

“Finalmente, dopo mesi di lavoro e di discussione, oggi ci presentiamo agli elettori del centrosinistra con una lista ulivista forte, larga, che sarà un luogo aperto a tutti quelli che non si vogliono rassegnare a consegnare il governo del Paese alle destre e ai populisti”. Così il deputato Michele Ragosta, ha commentato la nascita della lista “Insieme – Italia Europa”, che sosterrà la coalizione guidata dal Partito Democratico, formata da Partito Socialista Italiano, Federazione dei Verdi e Area Civica, a margine della presentazione avvenuta questa mattina all’hotel Nazionale di Roma.

“Il nostro sarà un movimento governato dalla base e non dai vertici. Non è un caso – ha spiegato –  che la lista si chiami “Insieme”, come il progetto pensato da Giuliano Pisapia, nato con l’iniziativa del 1 luglio scorso a piazza Santi Apostoli, che rappresenta il patrimonio di tutti quelli che hanno partecipato al percorso di costruzione di Campo progressista. Saremo in coalizione con il Partito Democratico, ma allo stesso tempo concorrenziale sui punti programmatici e sulla scelta dei candidati. Vogliamo incarnare al meglio quello spirito della sinistra di essere sia di lotta che di governo. Lo faremo nel miglior modo possibile, avviando da subito il lavoro sui territori per selezionare le migliori candidature possibili non solo tra i partiti, ma soprattutto nell’universo degli amministratori locali, del civismo e dell’associazionismo. E lo faremo utilizzando quel patrimonio di idee e contributi che è il lavoro svolto in questi mesi dalle Officine delle idee di Campo progressista, che rappresenteranno l’ossatura programmatica della lista. Non sarà – ha proseguito Ragosta – un “cartello elettorale”, ma un progetto politico a lunga scadenza. L’obiettivo di creare un’area progressista che possa dare un contributo innovativo ed un profilo forte al progetto di Insieme”.

Sulla scelta di alcuni esponenti di Campo progressista di non appoggiare questa lista, tra cui il leader di Centro Democratico, Bruno Tabacci, l’on. Ragosta si è detto dispiaciuto del fatto “che abbia gettato la spugna, dopo aver contribuito alla crescita del progetto di Campo progressista. In queste ore, proprio dalla Campania, è partito un appello a tutte le Officine delle idee per verificare la disponibilità ad aderire a questo nuovo progetto. Stiamo registrando un forte entusiasmo, con adesioni da Napoli, Palermo, Bologna, Firenze, Milano e Potenza, e sono certo che quando verrà convocata l’assemblea nazionale di Area Progressista, la maggioranza degli esponenti di Campo progressista sceglierà di stare in un centrosinistra largo e non con la sinistra radicale”. 

 

 

Pubblicato in Politica

"Il Patto per il Clima sarà l’occasione per richiamare l’attenzione su un tema decisivo per il futuro del nostro Paese e che dovrà rappresentare la priorità delle priorità per la futura alleanza politica del centrosinistra”. Così in una nota il deputato Michele Ragosta, annuncia la sua presenza all’iniziativa lanciata dalla Federazione dei Verdi in programma sabato 16 dicembre all’Auditorium di via Rieti a Roma alla quale parteciperanno il Presidente del Consiglio, Paolo GentiloniGiuliano Pisapia, Angelo Bonelli, Piero Fassino, Monica FrassoniMarco Cappato, Ettore Rosato, Giulio Santagata Riccardo Nencini, Rossella Muroni, Massimiliano Smeriglio e Michele Emiliano.

“Gli ambientalisti e i progressisti di tutta Europa sono chiamati a fare una battaglia radicale per cambiare le politiche economiche dei governi centrali. Anche la lista che stiamo costruendo e che metterà insieme tutte le anime dell’ambientalismo, del riformismo e del centro democratico, dovrà essere marcatamente ambientalista. Con questa iniziativa – ha concluso Ragostalanciamo un appello ad unire le forze per salvaguardare il pianeta”

Pubblicato in Politica

"Campo Progressista Campania e le Officine delle idee che da mesi stanno lavorando sul territorio regionale, continuano a pensare che l'offerta politica del centrosinistra non sia sufficiente per contrastare le pulsioni populiste e sovraniste che, sempre con maggiore insistenza, avanzano in Italia. La costruzione di un campo largo del centrosinistra capace di coinvolgere e risvegliare le forze sane impegnate nell'associazionismo, nel civismo e nelle tante esperienze amministrative senza simboli di partito diffuse nel paese, è una priorità assoluta. E l'unico che nel panorama politico ha proposto questa strada è stato, fino ad ora, Giuliano Pisapia. Per queste ragioni gli chiediamo di continuare il suo lavoro e di affiancare in maniera evidente tutti coloro i quali lavorano in tal senso. Una proposta ampia di centrosinistra non solo è necessaria, ma indispensabile per fronteggiare una crisi della rappresentanza sempre più evidente e che può spalancare le porte a scenari inimmaginabili. Rinchiudersi nel campo stretto della sinistra, dando vita ad una “cosa rossa”, non farà altro che certificare la fine dell’esperienza del centrosinistra nel nostro Paese, servendo alla destra più feroce e populista il governo del nostro Paese. In queste settimane, nonostante le difficoltà, erano stati fatti dei significativi passi avanti nella trattativa con il Partito Democratico per realizzare quel campo del centrosinistra largo, progressista e plurale, che potesse tenere insieme le diverse anime della sinistra, del centro, del cattolicesimo democratico, dell’ambientalismo e del riformismo. L’uscita di scena di Angelino Alfano, arrivata nelle stesse ore in cui si decideva di staccare la spina al percorso di Campo progressista, avrebbe potuto rappresentare la chiave di volta per aprire finalmente ad un’alleanza di tutto il centrosinistra. Il mancato accordo sullo Ius Soli – per il quale auspichiamo comunque un esito positivo dell’approvazione entro fine legislatura - certificata dalla mancata inversione dell’ordine del giorno al Senato, ha segnato la brusca frenata nei rapporti. Tuttavia, restiamo convinti, che non tutto il lavoro fatto in questi mesi vada buttato in mare. Restiamo fermamente convinti che vada fatto ancora uno sforzo per tenere aperto il dialogo con il Partito Democratico, incentrato sui contenuti programmatici. A questo proposito, Campo progressista ha già dimostrato di voler lavorare in tal senso e le officine delle Idee hanno rappresentato laboratori territoriali in cui articolare proposte che potessero essere immediatamente traducibili in politiche di governo. Ed è su questa scia vogliamo continuare a dare un contributo con la generosità e il piglio gentile che Giuliano Pisapia ha avuto fin qui e che, ci auguriamo, non venga messo da parte di fronte a tatticisimi e sotterfugi di sorta". Lo si legge nell'appello firmato dal coordinamento regionale di Campo progressista Campania e dalle Officine delle idee Campania.

"Chiediamo a Giuliano Pisapia la convocazione nazionale di tutte le Officine delle idee e dei comitati di Campo progressista", ha concluso Michele Ragosta. "In tanti hanno creduto e credono ancora nel suo progetto politico. Nell'ultimo incontro romano, al quale hanno partecipato solo i vertici di Campo progressista, gli è stata rappresentata una situazione che non corrisponde al vero. Da ieri sono sommerso di telefonate da parte di esponenti politici e semplici attivisti di molte regioni italiane, che ci stanno esortando ad andare avanti. Appare piuttosto evidente che i “big” di Campo progressista – o chi si sente tale - stavano già lavorando per raggiungere altri approdi, a sinistra come al centro. Tutte le compagne e i compagni di Campo progressista vogliono essere ascoltati da Giuliano. Ci deve almeno questo, poi sarà libero di scegliere il suo percorso".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 10
ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole