Gazzettino di Salerno

Giovedi, 21 Giugno 2018  09:23:54
A+ A A-

Inaugurata la campagna elettorale della lista “Impegno Civico”, guidata dal candidato sindaco, Francesco Morra, che ieri sera ha tenuto il primo incontro con gli elettori nella sua Cologna, frazione del Comune di Pellezzano (SA), dove l’aspirante primo cittadino è nato e cresciuto, confermando ancora una volta il saldo legame che lo tiene unito alla sua frazione in particolare e all’intero territorio comunale dove risiede e per il quale è stato azionato un programma di rilancio e sviluppo su tutti i fronti, il cui inizio è previsto all’indomani delle elezioni amministrative del prossimo 10 giugno.

Prima dell’intervento del Candidato Sindaco, a prendere la parola sono stati tre candidati di “Impegno Civico” che risiedono nella frazione di Cologna: Raffaele Nicola Coviello, Ivan Facenda e Gerardo Pastore. Il primo, che ha ricoperto anche l’incarico di presidente del consiglio comunale, ha ripercorso il suo impegno istituzionale fino a quando, per incompatibilità con i membri della passata amministrazione, decise di rassegnare le proprie dimissioni dal ruolo che ricopriva. Tutti e tre i candidati intervenuti hanno sottolineato la centralità del programma elettorale: il rilancio del territorio di Pellezzano e il coraggio di scendere in campo per mettere al servizio della collettività le proprie competenze, professionalità e il proprio impegno. Presente all’incontro anche Andrea Volpe commissario cittadino del PD.

L’ultimo intervento è stato affidato al Candidato Sindaco Morra, salito sul palco circondato dai membri della sua squadra elettorale e affiancato dalla madre. “Ho voluto al mio fianco qui, stasera, mia madre  – ha esordito Morraperché Cologna è la mia famiglia e la mia casa e ringrazio tutti voi per quanto avete fatto e continuerete a fare per consentire a un cittadino della vostra frazione di diventare sindaco di Pellezzano”.

Dopo aver sottolineato la necessità di vivere questa campagna elettorale col sorriso sulle labbra, senza livori e senza rancori, Morra ha anche ribadito la solidarietà nei confronti dell’avversario Giuseppe Pisapia, candidato sindaco della lista “Cambia Pellezzano”, esclusa dalla competizione elettorale, anche dopo il ricorso al Tar. “Bene ha fatto Pisapia – ha detto Morra - a presentare appello al Consiglio di Stato così vengono fugati tutti i dubbi sulle infondate e pesanti accuse di complotto politico fomentate dagli avversari politici. Noi puntiamo a una vittoria sul campo e non a tavolino”.

L’intervento di Morra si è poi incentrato sui punti programmatici del proprio programma elettorale e dell’impegno che l’aspirante sindaco vorrà assumere per la sua Cologna. In primis con una più efficace gestione dell’isola ecologica, che si intende delocalizzare individuando nel Puc, un punto nel quale potrebbe essere posizionata. Altro intervento da realizzare è la costruzione di una strada secondaria, alternativa a via Stella (attualmente unica strada di collegamento per la frazione Cologna).

“In qualità di consigliere regionale dell’Anci – ha spiegato Morra - mi sono impegnato affinchè il previsto allargamento del raccordo autostradale Salerno-Avellino, che determinerà la perdita di via Stella, dovrà consentire la realizzazione di una nuova strada di collegamento con Cologna, riqualificando anche la cava di pietra che insiste sul territorio, attraverso interventi di bonifica e di progettazione strutturale che preveda insediamenti ricettivi per dare slancio e impulso all’economia e allo sviluppo locali”.

La futura amministrazione dovrà altresì impegnarsi nella riqualificazione dell’ex edificio scolastico di Cologna e nella predisposizione di adeguate programmazioni per le politiche sociali al fine di offrire alle fasce deboli della comunità nuove opportunità di inserimento sociale e valide alternative di svago per i soggetti appartenenti alla terza età, ai quali dovrà essere destinato il centro sociale di Cologna per attività ludiche e formative. Morra ha in ultimo parlato anche della necessità di affrontare il delicato tema delle fonderie Pisano, che costituiscono un problema di natura ambientale e di incolumità per la salute pubblica, soprattutto per gli abitanti della zona bassa di Cologna.

L’intervento si è concluso con un accorato appello al voto, invitando gli elettori a offrire il proprio sostegno e supporto per la condivisione di questo progetto di cambiamento unitario del territorio.

Pubblicato in Valle dell' Irno

"Ci eravamo promessi di non intervenire su questa vicenda, affidandoci doverosamente al naturale ed ordinario decorso degli eventi, ma, purtroppo, le espressioni utilizzate da Giuseppe Pisapia, candidato sindaco escluso dalla competizione elettorale delle amministrative di Pellezzano, ce lo impongono. Esse fanno confusione ed, evidentemente, tale confusione è dovuta all’impossibilità del Pisapia di giustificare ai suoi concittadini il fallimento suo personale e del gruppo dirigente che ha sostenuto il progetto “Cambia Pellezzano”, miseramente naufragato ancor prima dell’inizio della campagna elettorale. Fallimento conseguente alla superficialità politica ed organizzativa con cui il gruppo ed il suo capolista si sono approcciati ad un adempimento - quello della raccolta delle sottoscrizioni per la presentazione della lista dei candidati - che costituisce molto di più di una semplice “formalità”, così come dallo stesso Pisapia definita, travisando il vero. Atteggiamento proprio di una politica incapace che ha evidentemente contraddistinto la passata consiliatura, dalla quale alcuni amministratori e dirigenti politici, ad un certo punto, hanno ritenuto di prendere le distanze, proponendo e promuovendo un diverso modo di intendere la politica e di operare per la comunità. Sono accuse molto gravi, quelle che il Pisapia rivolge ingiustificatamente ed ingiustamente al Partito Democratico, reo - secondo la sua ricostruzione farneticante - di aver avuto un “ruolo determinante” nella esecuzione di un “complotto”, di un “disegno strategico” in cui non ben identificati “poteri forti” avrebbero determinato le sorti sciagurate del suo progetto e la misera esclusione della lista dallo stesso guidata. Sono accuse per le quali risponderà dinanzi alla Magistratura penale alla quale ci rivolgeremo certamente, affinché sia censurato il comportamento del Pisapia che ha offeso il Nostro Partito ed i nostri militanti, iscritti e simpatizzanti, nonché l’intera comunità di Pellezzano, ma, in particolar modo, la democrazia, le regole e, soprattutto, l’indipendenza delle scelte compiute dalla Commissione Elettorale, in prima battuta, e di poi confermate dalla Magistratura amministrativa salernitana, accusata - si badi! - di aver pubblicato, evidentemente condizionata da questi fantomatici “poteri forti”, una “sentenza politica già pronta da diversi giorni”. Crediamo che, con queste esternazioni infelici, il Pisapia abbia concluso nel peggiore dei modi la sua esperienza politica e confidiamo - noi certamente si - nella Giustizia affinché accerti il rilievo penale delle dichiarazioni del malcapitato. Attendiamo, in ogni caso, pubbliche scuse dal Pisapia che possano risarcire il Nostro Partito e tutti quanti si siano sentiti offesi dalle sue parole. Nel frattempo, abbiamo già conferito mandato al nostro legale di fiducia, l’Avv. Cecchino Cacciatore, affinché curi la predisposizione della querela".

 

Vincenzo Luciano,

Segretario Provinciale - Partito Democratico - Salerno

Pubblicato in Valle dell' Irno

All’esito della esclusione dalla lista di Impegno Civico del candidato consigliere Vittorio Ventura, il gruppo Impegno Civico intende riconfermare l’apprezzamento e la stima all’uomo ed all’amico Vittorio “vittima” solo e soltanto del suo posizionamento in ordine alfabetico nell’elenco dei candidati della nostra lista. "Il mancato rispetto della quota di genere, nella percentuale dello 0,66 ha, purtroppo, penalizzato un uomo che era è e rimane persona di stima e di punta del nostro gruppo ed al quale di certo non intendiamo rinunciare".

“Intendo – dichiara Vittorio Ventura - ribadire a chiare lettere la mia personale posizione al fianco del candidato sindaco Francesco Morra al quale va la mia incondizionata stima ed il mio incondizionato sostegno a prescindere dal ruolo di candidato o meno. Ho fatto parte da subito e da subito ho sposato il progetto di Impegno Civico che, a prescindere dalla mia presenza in lista resta un progetto valido e per il quale mi continuerò a spendere”.

Pubblicato in Valle dell' Irno

In un gremito Centro Polifunzionale Giovani + della frazione Coperchia di Pellezzano (SA), sabato 12 maggio, è stata presentata la lista “Impegno Civico” con Candidato Sindaco Francesco Morra. Questa compagine, formata da 11 uomini e 5 donne, ha ufficialmente aperto la campagna elettorale che sancisce la marcia di avvicinamento alle elezioni del prossimo 10 giugno, giorno nel quale gli elettori saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio voto per il rinnovo del consiglio comunale di Pellezzano.

Una preferenza che il Candidato Sindaco Morra ha chiesto alle centinaia di persone che hanno fatto registrare una partecipazione viva e calorosa nei confronti di questi uomini e queste donne, che hanno come principale obiettivo il cambiamento del territorio, partendo dai valori della coerenza, della trasparenza, dell’impegno, della competenza e della professionalità istituzionale-politica.

Dopo aver presentato singolarmente ciascun componente della lista “Impegno Civico”, Morra ha fatto il suo esordio sul palcoscenico del Centro Polifunzionale Giovani + di Coperchia tra applausi scrocianti e cori di incoraggiamento. “Ringrazio ciascuno di voi – ha detto Morra rivolgendosi alla platea – per la calorosa partecipazione. Consentitemi di ringraziare su tutti il compianto Nino Rinaldi, che insieme a Peppe Raimo, sono state le persone che hanno tracciato il mio percorso politico, facendomi avvicinare alle istituzioni”.

“Siamo un gruppo giovane, ma competente – ha continuato il Candidato Sindaco – ogni candidato che ha scelto di scendere in campo, lo ha fatto con l’intenzione e la consapevolezza di offrire un contributo concreto per il cambiamento del nostro Comune. Riguardo le iniziative realizzate nel recente passato parlano i fatti. Oggi, noi intendiamo andare oltre le becere e inutili accuse che provengono dagli avversari politici. Abbiamo un obiettivo comune: quello di riconsegnare a Pellezzano il ruolo centrale che gli compete nel territorio della Valle dell’Irno e di Comune chiave che funge da bretella di collegamento con la città di Salerno”.

Il programma di “Impegno Civico”, verterà su temi di strategica importanza quali: sviluppo e sicurezza del territorio (verranno attuati tutti gli strumenti e le procedure negoziali ed istituzionali per evitare la perdita della caserma dei carabinieri); politiche sociali; risanamento economico dell’ente; protezione civile; interventi di sviluppo e risanamento urbanistico; attenzione alle politiche giovanili e allo sport.

“In ultimo – ha detto Morraauguro una buona campagna elettorale anche agli avversari politici, nella speranza che possano esserci confronti politici con toni distensivi e nel rispetto dei valori di una sana competizione elettorale”.

Hanno partecipato alla presentazione della lista “Impegno Civico” l’on. Piero De Luca, il senatore Alfonso Andria, il sindaco di Fisciano Vincenzo Sessa, i consiglieri regionali Luca Cascone e Tommaso Amabile, i consiglieri comunali di Salerno Mimmo e Giuseppe Ventura, il Segretario del PD Provinciale di Salerno Vincenzo Luciano e tanti altri esponenti istituzionali che sono intervenuti per offrire il proprio sostegno alla campagna elettorale di Francesco Morra e della sua squadra.

Di seguito la lista completa dei candidati:

“Impegno Civico”

Candidato Sindaco: Francesco Morra

Candidati consiglieri:

Aurelio Anna

Baglieri Emanuele

Coviello Nicola Raffaele

D’Auria Roberto

Facenda Ivan

Landi Raffaella detta Lella

Marino Andrea

Mona Vito

Murino Michele

Pastore Gerardo

Rago Marco

Raimo Chiara

Ricciardi Saverio

Senatore Alessandra

Ventura Vittorio

Villari Annalaura

Pubblicato in Valle dell' Irno

Sabato 12 maggio, alle ore 18.00, presso il Centro Polifunzionale Giovani + in via Eroi di Nassiriya alla frazione Coperchia di Pellezzano, verrà inaugurata l’apertura della campagna elettorale con la presentazione della lista “Impegno Civico” con Francesco Morra Candidato Sindaco.

Morra guiderà una coalizione formata da professionisti e appassionati di politica, ma soprattutto da soggetti appartenenti alla cittadinanza attiva che hanno a cuore le sorti del Comune di Pellezzano, per consentire il rilancio socio-economico del territorio e puntare dritto alla conquista di Palazzo di Città dopo le elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale che si terranno il prossimo 10 giugno.

Nel corso dell’incontro pubblico, i candidati della lista “Impegno Civico” si presenteranno ai propri elettori, indicando le motivazioni che li hanno indotti a scendere in campo in prima persona per sostenere il progetto unitario di cambiamento politico-istituzionale che la civica di Morra intende attuare per invertire il trend amministrativo che ha caratterizzato le ultime consiliature.

Le conclusioni del dibattito saranno affidate al Candidato Sindaco Morra, che esporrà anche parte dei punti salienti del suo programma elettorale in quella che si preannuncia come un’infuocata campagna elettorale, con il principale intento di contenerla all’interno del recinto del rispetto e della moderazione nei confronti degli avversari politici.

Successivamente, verrà reso noto, di volta in volta, il programma dei vari incontri che la lista “Impegno Civico” organizzerà in tutte le frazioni del Comune di Pellezzano fino al giorno in cui gli elettori saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio voto.

Pubblicato in Valle dell' Irno

In data odierna (2 maggio ’18) la Provincia di Salerno alla presenza dell’Arch. Sica e del Geometra De Rosa rispettivamente RUP e DL del progetto di rifacimento del manto stradale della SP27 che attraversa anche il Comune di Pellezzano, hanno effettuato i rilievi e consegnato i lavori alla ditta vincitrice dell’appalto.

Il sindaco decaduto con un post pubblicato su i social del 16 ottobre 2017 annunciava ai cittadini di Pellezzano che la Provincia di Salerno, grazie al "lungo lavoro" da loro svolto, aveva avviato una procedura di gara per asfaltare "buona parte della SP 27" pubblicando, tra l'altro, la determina con il valore della gara.

Innanzitutto è opportuno fare chiarezza. I vistosi avvallamenti, dissesti e sfondamenti sulla provinciale S.P. 27 rappresentano un grave pericolo per gli utenti della strada, sia pedoni che automobilisti, e ciò ha reso necessario per l'Ente Provincia, manutentore delle strade, l'intervento straordinario sulla viabilitá.

L’avv. Annabella Di Toma, membro del comitato elettorale del candidato sindaco Morra, ha chiarito: “Dall’esame della Determina n. 1475 del 06.11.2017 che ha aggiudicato i lavori di risagoma del piano viario nei Comuni di Pellezzano e Baronissi e dal computo metrico è evidente che si tratta di interventi di fresatura dell'esistente pavimentazione limitati a specifiche tratte individuate nel computo metrico per un importo di gara complessiva di 32.000,00 Euro”.

Il candidato sindaco Francesco Morra allora osserva: “Viene il dubbio che la precedente amministrazione non solo non sia stata in grado di esaminare gli atti del procedimento amministrativo con sufficiente competenze ma che non abbia il senso della misura e dell’investimento. Con un intervento di soli 32.000,00 Euro appaltati si riesca, in realtà, non a rifare “buona parte della SP 27”, ma concretamente, ad apportare dei “meri interventi di rappezzatura” del piano viario. La sinergia che ci auspichiamo di creare con gli altri Enti con cui, produttivamente, ci interfacceremo sarà finalizzata a risolvere concretamente i problemi del territorio di Pellezzano, ringraziando sin da subito l’ente Provincia nella persona del Presidente Canfora e della struttura per lo sforzo amministrativo compiuto nonostante le grosse difficoltà economiche che hanno le Province. Ci impegneremo, in questo difficile momento storico, a rivelare sempre non realtà edulcorate, contrariamente a quanto fa lo schieramento a noi opposto, ma quanto di concreto riusciremo a realizzare restituendo alla comunità non solo i servizi essenziali ma la dignità e l’autorevolezza di essere una comunità con profonde radici storiche che ha visto nascere e vivere illustri persone del mondo della storia e della cultura”.

Pubblicato in Valle dell' Irno

"L'Italia presenta "un'aspettativa di vita fra le più alte in ambito europeo, occupa il secondo posto per gli uomini e il quarto per le donne: la speranza di vita (indicatore sintetico della qualità delle condizioni di vita) nasconde tuttavia l'esistenza di disuguaglianze a livello territoriale, riassumibili in uno svantaggio del Mezzogiorno di circa un anno rispetto al resto del Paese, che diventano circa tre considerando gli estremi della provincia autonoma di Trento (valore più alto) e la Campania (valore più basso)". Così l'Istat in 'Noi Italia'. Il rapporto dice anche altro. Cala il numero di reati ma non per la Campania. L'Istat evidenzia che "persistono le differenze territoriali: l'incidenza maggiore di omicidi si registra in Campania che si conferma anche la regione con il tasso di rapine più alto (135,4 per centomila abitanti); il Nord-ovest presenta i tassi più elevati per i furti denunciati (2.619,2 per centomila abitanti, rispetto a circa 1.700 nel Mezzogiorno)". A riportare la notizia è l'ANSA.

Il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha dichiarato: “Anche il rapporto ISTAT certifica il fallimento totale di De Luca e del PD in Campania. Ora siamo veramente ultimi, cioè i peggiori in un Italia che va molto male: in Campania un cittadino su quattro è in grave disagio economico. Questa è la realtà dopo tre anni di governo regionale targato De Luca, le buffonate e le promesse di rivoluzione di tutti settori trovano solo questo disastroso riscontro. Mai più ultimi era il suo slogan, mai peggio di così è la realtà”.

Pubblicato in Politica

Bagno di folla, sabato 21 Aprile, per l’inaugurazione del Comitato Elettorale della lista “Impegno Civico – Morra Sindaco”, guidata dal Candidato Sindaco Francesco Morra, tenutasi in via Vittorio Emanuele alla frazione Coperchia di Pellezzano. Tra i partecipanti figuravano il Senatore Alfonso Andria, l’On. Anna Petrone, il Segretario del PD Provinciale di Salerno Vincenzo Luciano, il Consigliere Regionale Luca Cascone, oltre ad alcuni candidati e sostenitori di “Impegno Civico”. “Trasformare in realtà un progetto di vita comune”. Con questo slogan la civica guidata da Morra apre la campagna elettorale per le amministrative del prossimo 10 giugno.

“Grazie ai tanti amici che in questo periodo particolare che caratterizza Pellezzano – esordisce Morraci sosterranno per portare la soluzione migliore per un cambiamento epocale nel nostro territorio. Senza ipocrisia e senza alcun timore ci stiamo interfacciando con qualsiasi forza politica per allestire una compagine formata da esponenti di spicco della vita politico-istituzionale in grado di offrire competenze e professionalità al servizio dei cittadini”.

“C’è purtroppo chi ancora si lecca le ferite pensando possano esserci gli inciuci – sottolinea il Candidato Sindaco – E’ giusto sottolineare che noi non siamo per gli inciuci, ma per un progetto civico per il bene comune di Pellezzano. In politica non esiste il tradimento. Diffidate da chi ancora oggi sostiene il tradimento, perché in politica si fanno delle scelte. Il sottoscritto da 15 anni ha scelto di lavorare a un progetto di sviluppo del territorio di Pellezzano e nel momento in cui si è presentata l’esigenza di un cambiamento, è stata fatta la scelta, da parte mia e di altri colleghi, di abbandonare le poltrone pur di appoggiare il bene comune. Se avessi l’onore di essere eletto Sindaco di Pellezzano sarò orgoglioso di rappresentare il mio Comune al di fuori dei confini territoriali, assumendomi tutte le responsabilità per ridare slancio e vitalità al nostro territorio”.

Il Comitato Elettorale sarà aperto tutti i giorni e verrà presieduto dal dott. Fabio Croce; il coordinatore della campagna elettorale sarà l’avvocato Massimo Rotondi. Dunque, una squadra compatta, costituita da uomini e donne che intenderanno offrire il proprio sostegno, non solo a favore del Candidato Sindaco Morra, ma innanzitutto del progetto sostenuto da tanti cittadini.

In ultimo, Morra ha voluto sottolineare l’impegno di mettere in piedi un programma elettorale di sostanza, evitando quello che in molte campagne elettorali si presenta come il classico “libro dei sogni”, lasciando spazio, invece, alla realizzazione dei servizi essenziali per i cittadini. Inoltre, il Comitato Cittadino, non sarà una sede operativa, ma un luogo di accoglienza per tutti coloro che intenderanno presentare istanze di miglioramento del territorio e proposte concrete sulle quali realizzare lavori di programmazione in una comunione di intenti.

Pubblicato in Valle dell' Irno

Caro Sindaco,

ti ringrazio per la richiesta che mi hai rivolto, e per l'attestazione di stima e di fiducia nei miei confronti.

Tuttavia, ritengo che in questo momento non ci siano le condizioni per poter accogliere la tua sollecitazione. Per ragioni di correttezza istituzionale, di rigore e di stile, non intendo esporre in nessun modo l'amministrazione comunale a eventuali strumentalizzazioni.

Intendo rispondere con fermezza e da uomo libero ai violenti attacchi subiti nelle scorse settimane, nella consapevolezza di avere svolto con rigore e con totale dedizione il mio lavoro istituzionale.

La difesa della nostra dignità e serietà, la tutela delle istituzioni sono più importanti di tutto, anche dei percorsi personali.

Ti auguro buon lavoro.

Con affetto,

Roberto De Luca

Pubblicato in Politica

“Non possiamo considerarci soddisfatti del risultato nazionale di Liberi e Uguali. Speravamo in un consenso maggiore, anche se il nostro simbolo è nato solo due mesi fa, quando non eravamo ancora una forza politica omogenea. Purtroppo non abbiamo avuto il tempo di comunicare adeguatamente le nostre idee e il nostro programma all’elettorato”. Questo il commento sui risultati elettorali di Gianpaolo Lambiase, candidato al Senato con Liberi e Uguali.

“Nella nostra provincia”, secondo il consigliere comunale di Salerno di Tutti, “dobbiamo dolerci un po’ di meno. L’obiettivo che ci eravamo posti, l’elezione di un parlamentare, è stato raggiunto. Non posso lamentarmi del consenso ricevuto: 8.300 voti nell’intero collegio uninominale, di cui 3.000 nella sola città di Salerno. Tremila voti che aumentano di quasi il 20% il risultato ottenuto appena un anno e mezzo fa alle elezioni comunali. E’ stata un’esperienza sicuramente costruttiva per me, perché ho avuto occasione di parlare e di confrontarmi con centinaia di cittadini sui problemi che affliggono il Paese e il nostro territorio, sulle soluzioni e sugli interventi necessari da produrre, da attivare”.

“Ringrazio tutti coloro che ci hanno votato e coloro che ci hanno supportato”, ha concluso Lambiase. “Continuerò ad impegnarmi. Credo che lo slogan che abbiamo usato in campagna elettorale ‘Il nostro Paese è di tutti, non dei privilegiati’ rimanga di grande attualità”.

Federico Conte: “Sono usciti rafforzati il Movimento 5 Stelle e il centrodestra”

“Dal voto sono usciti rafforzati il Movimento 5 Stelle e il centrodestra, ma sono state bocciate le loro rispettive attese maggioritarie, rendendo difficile, se non impossibile, ogni forma di governabilità”. Questo il commento di Federico Conte candidato alla Camera con Liberi e Uguali.

“Sarebbe un errore dissolutivo per il Pd”, secondo Conte, “se cercasse di curare la sua sconfitta facendosi stampella di M5S o centrodestra. La soluzione migliore, stanti gli attuali equilibri (im)politici, sarebbe il varo di un Governo del Presidente in grado di: realizzare alcune riforme condivise e necessarie al Paese, consentire l’elezione di una Assemblea Costituente per la riforma della Costituzione, approvare una nuova legge elettorale per poi tornare al voto dopo tre anni. In tale contesto tutti i gruppi politici potrebbero ritrovare o darsi un’identità e tornare a competere liberamente. È, in fondo, questo il seme gettato da Liberi e Uguali che ora deve saper fare della sua modesta rappresentanza parlamentare un uso virtuoso e influente oltre i numeri, come La Malfa seppe fare del Pri nella Prima Repubblica”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 54
ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole