Gazzettino di Salerno

Mercoledi, 23 Maggio 2018  08:29:21
A+ A A-

Per il terzo anno consecutivo, la Salernitana chiude il campionato di Serie B conquistando la salvezza. Stavolta, però, la compagine granata ha ben poco da festeggiare.

La stagione 2017/2018, con Alberto Bollini riconfermato alla guida tecnica della squadra, ha inizio a Venezia e il punto strappato contro i ben più quotati avversari fa ben sperare. Con il passare del tempo, però, la squadra balbetta, il gioco latita e i risultati ne sono la logica conseguenza: 8 punti in 6 partite. Poi, le vittorie contro Avellino ed Empoli riaccendono l'entusiasmo di un ambiente che si illude di poter disputare un campionato di vertice. La Salernitana si infila in un tunnel caratterizzato da pareggi scialbi e sconfitte sconcertanti, rispettivamente a Cittadella e a Brescia. Si intravedono le prime crepe nel rapporto tra allenatore e società, fino alla decisione di quest'ultima di esonerare Bollini dopo il pareggio casalingo contro il Perugia.

Al suo posto, il patron Lotito, nel tentativo di risollevare una piazza alquanto depressa, ingaggia un tecnico di grido, Stefano Colantuono, vincitore di ben due campionati in cadetteria. Il suo esordio, a Chiavari contro l'Entella (0-2), è subito convincente, ma la giornata successiva sprofonda all'Arechi al cospetto del Foggia (0-3). Il girone d'andata si chiude con la sconfitta di Palermo (2-0) e con tanti dubbi sul prosieguo della stagione. Nel frattempo, ci si aspetta molto dalla sessione di calciomercato invernale, dalla quale, però,  la Salernitana non ne esce per nulla rinforzata. 

Il girone di ritorno si apre con la vittoria casalinga contro il Venezia (3-2), ma è un fuoco di paglia. Le tre sconfitte contro Carpi, Pescara e Parma mettono sulla graticola Colantuono che, però, ha il merito di ricompattare il gruppo conquistando una bella fetta di salvezza con 10 punti in 4 partite, fino alla certezza matematica giunta contro la Virtus Entella (1-0) a due giornate dal termine. La stagione si chiuderà con 51 punti, tre in meno rispetto alla scorso anno. 

Un bilancio tutt'altro che soddisfacente sul quale la proprietà dovrà riflettere se vorrà costruire una squadra davvero competitiva e recuperare il rapporto con una tifoseria sempre più sfiduciata.

 

Ivan Salvatori 

Pubblicato in Calcio

Termina il campionato di Serie B che ha emesso i seguenti verdetti:

-EMPOLI E PARMA direttamente promosse in Serie A

-FROSINONE, PALERMO, VENEZIA, BARI, CITTADELLA E PERUGIA ai play-off 

-TERNANA, PRO VERCELLI E NOVARA retrocesse in Serie C

-VIRTUS ENTELLA E ASCOLI ai play-out 

Risultati:

Ascoli-Brescia= 0-0

Bari-Carpi= 2-0

Cesena-Cremonese= 1-0

Cittadella-Pro Vercelli= 2-0

Empoli-Perugia= 2-1

Frosinone-Foggia= 2-2

Novara-Virtus Entella= 0-1

Salernitana-Palermo= 0-2

Spezia-Parma= 0-2

Ternana-Avellino= 1-2

Venezia-Pescara= 0-0

Classifica:

Empoli= 85 pt 

Parma= 72 pt 

Frosinone= 72 pt 

Palermo= 71 pt 

Venezia= 67 pt 

Bari= 67 pt 

Cittadella= 66 pt 

Perugia= 60 pt 

Foggia= 58 pt 

Spezia= 53 pt 

Carpi= 52 pt 

Salernitana= 51 pt 

Cesena= 50 pt 

Cremonese= 48 pt 

Avellino= 48 pt 

Pescara= 48 pt 

Ascoli= 46 pt 

Virtus Entella= 44 pt 

Novara= 44 pt 

Pro Vercelli= 40 pt 

Ternana= 37 

 

Ivan Salvatori 

Pubblicato in Calcio

Il tecnico del Palermo Roberto Stellone ha commentato il successo della sua squadra all"Arechi": "Abbiamo giocato bene e creato tanto rischiando pochissimo. Sono contento per la vittoria e per la prestazione anche se dispiace non essere riusciti nel miracolo della promozione diretta.  Nelle mie quattro partite abbiamo raccolto otto punti lasciando qualcosa con Bari e Cesena. Ora servirà tutto, sarà fondamentale l'aspetto atletico. Dal punto di vista degli infortuni non arriviamo benissimo, ma nei prossimi giorni proveremo a recuperare qualche giocatore".

Pubblicato in Calcio

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il tecnico della Salernitana Stefano Colantuono ha commentato il campionato della sua squadra: "Il bilancio di quest'anno non è stato eccellente, ma la Salernitana ha disputato comunque il suo buon campionato. Probabilmente ci manca qualche punto che ci avrebbe consentito di chiudere a ridosso dei play-off. I ragazzi sono stati bravissimi a ricompattarsi nel periodo più difficile, anche se non siamo mai stati impelagati nella lotta per non retrocedere. Abbiamo fatto esordire dei giovani e questo è uno degli aspetti che mi rende soddisfatto in questo finale di stagione".

Il mister ha quindi concluso: "Adesso ci siederemo attorno a un tavolo con i Presidenti e il Direttore per cercare di programmare al meglio la prossima stagione. Ci avviciniamo al Centenario della Salernitana e sono sicuro che la Società punterà a fare bene".

Pubblicato in Calcio

In un "Arechi" semi deserto la Salernitana chiude il campionato con una sconfitta per 0-2 contro il Palermo. Successo meritato quello dei rosanero che fin da subito hanno dimostrato di avere più voglia di portare a casa i tre punti che, però, non servono per la promozione diretta, ma solo per l'accesso ai play-off. 

Gran parte se non tutto il match è nelle mani degli ospiti, che aprono le marcature con Chocev allo scadere del primo tempo, per poi raddoppiare a dieci minuti dal termine con La Gumina. Granata, invece, mai pervenuti e con la testa già in vacanza.

LA PARTITA:

4-3-3 per Colantuono che ripropone, davanti a Radunovic, Popescu nel ruolo di terzino sinistro in una difesa completata da Mantovani, Schiavi e Casasola. A centrocampo, Ricci è il regista affiancato da Akpa Akpro e dal giovane Gaeta. In avanti, spazio al tridente Rosina-Rossi-Palombi.

4-3-1-2 per il Palermo di Stellone: Pomini in porta, Rispoli, Dawidowicz, Rajkovic e Aleesami in difesa. A centrocampo, Gnahore, Jajalo e Chocev. In attacco, Trajkovski a supporto del tandem La Gumina e Moreo.

Il Palermo si distende subito in avanti e, al 6',  Trajkovski calcia dal lato corto dell'area di rigore granata, ma la sfera è facile preda di Radunovic. All'8', La Gumina, lanciato da un compagno,  strozza troppo la conclusione da buona posizione. Un minuto dopo, viene annullato un gol a Rispoli per sospetto fuorigioco dello stesso terzino rosanero. Al 21', ammonizione per Rajkovic per una trattenuta su Rossi. Al 23', ancora Rispoli sfiora il montante da posizione defilata. Al 30, Moreo, di testa, impegna Radunovic in una difficile deviazione in corner. Al 34',  La Gumina fallisce da pochi passi l'occasione per portarsi in vantaggio. Ma è solo questione di pochi minuti: allo scadere, infatti, Chocev addomesticato il pallone e lascia partire una palombella che si infila all'incrocio lasciando esterefatto Radunovic.

La ripresa si apre con un cambio nella Salernitana: entra Vitale ed esce Popescu. Al 6', sugli sviluppi di un corner, gran botta di Aleesami che Radunovic devia sulla traversa. All'8, esordio in maglia granata per il giovane Novella al posto di Gaeta. Al 22', Trajkovski coglie il palo dopo un' azione personale. Al 24', cartellino giallo per Vitale, reo di una simulazione. Al 37', nella Salernitana entra Orlando ed esce Palombi. Al 40', il Palermo chiude i giochi con La Gumina che, servito da Gnahore', fredda Radunovic in uscita.

IL TABELLINO:

U.S.SALERNITANA 1919 (4-3-3): Radunovic, Casasola, Mantovani, Schiavi, Popescu (46'st Vitale), Akpa Akpro, Ricci, Gaeta (53'st Novella), Rosina, Palombi (83'st Orlando), Rossi. A disp.: Iliadis, Signorelli, Tuia, Minala, Vitale, Novella, Orlando, Bocalon, Sprocati, Di Roberto, Monaco, De Sarlo. All.: Stefano Colantuono.

PALERMO (4-3-1-2): Pomini,  Rispoli, Dawidowicz, Rajkovic, Aleesami,  Murawski, Jajalo, Chocev (75'st Gnahore'), Trajkovski, La Gumina (88'st Balogh), Moreo (75'st Szjminski). A disp.: Maniero, Guddo, Accardi, Coronado, Gnahore', Balogh, Szjminski,  Fiordilino, Fiore, Ingegneri. All.: Roberto Stellone.

Marcatori: 45' pt Chocev (P), 86'st La Gumina (P).

Arbitro: Baroni Francesco(Firenze), A/A: Borzomi / Chiocchi.

Angoli: 4-6.

Recuperi: 1'pt, 3'st. 

Note: 7.654 spettatori. 

Ammonizioni: RajkovicP), Vitale (S), Rossi (S).

 

Ivan Salvatori 

 

Pubblicato in Calcio

Il tecnico della Salernitana Stefano Colantuono ha convocato 24 giocatori per l'ultimo match stagionale contro il Palermo. Indisponibili Adamonis, Bernardini, Della Rocca, Pucino Zito. Convocati dalla Primavera i giovani  Gaeta, De Sarlo Novella.

I GRANATA:

Portieri: Iliadis, Radunovic. Difensori: Casasola, Mantovani, Monaco, Novella, Popescu, Schiavi, Tuia, Vitale. Centrocampisti: Akpa Akpro, Gaeta, Minala, Odjer, Ricci, Signorelli. Attaccanti: Bocalon, De Sarlo, Di Roberto, Orlando, Palombi, Rosina, Rossi, Sprocati.

Sono ventuno i convocati dal tecnico del Palermo, Roberto Stellone

PALERMO:

Portieri: Guddo, Maniero, Pomini. Difensori: Accardi, Dawidowicz, Fiore, Ingegneri, Rajkovic, Szjminski. Centrocampisti: Aleesami, Chocev, Fiordilino, Gnahore', Jajalo, Murawski, Rispoli. Attaccanti: Balogh, La Gumina, Moreo, Trajkovski.

Indisponibile: Nestorowski. 

Arbitro: Niccolò Baroni (Firenze), A/A: Borzomi/ Chiocchi.

 

Ivan Salvatori 

Pubblicato in Calcio

Foggia-Salernitana: ferito un tifoso granata

Momenti di tensione si sono vissuti ieri pomeriggio poco prima dell'inizio del match Foggia-Salernitana. Un auto, con a bordo alcuni tifosi della Salernitana, è stata accerchiata da un un gruppo di facinorosi che hanno aggredito un supporter granata, ferendolo ad un occhio. Il malcapitato ha potuto comunque assistere all'incontro dopo essere stato sottoposto alle cure mediche.

La Società di Via Allende ha espresso la propria vicinanza al tifoso mediante un comunicato stampa:

L' U.S. Salernitana 1919, venuta a conoscenza dello spiacevole episodio in cui è stato coinvolto un nostro sostenitore a Foggia e anche su sollecitazione del mister Colantuono e dei calciatori, ha il piacere di invitare il tifoso granata per l'ultima gara di campionato contro il Palermo e a venirci a trovare al campo per trascorrere una giornata insieme alla squadra.

Pubblicato in Calcio

Serie B: Il Perugia esonera Roberto Breda

Roberto Breda non guiderà il Perugia ai play-off per la promozione in Serie A. La società umbra ha, infatti, deciso di sollevare dall'incarico di allenatore l'ex centrocampista della Salernitana, al pari del suo vice Carlo Ricchetti. Il sostituito dovrebbe essere l'ex difensore della Lazio Alessandro Nesta.

La società A.C. Perugia Calcio comunica di aver sollevato dall'incarico di responsabile tecnico della prima squadra Roberto BredaA lui e al suo vice Carlo Ricchetti vanno i più sentiti ringraziamenti per l'impegno, la serietà e la correttezza dimostrati. Entro la giornata di lunedì 14 maggio sarà comunicato dal Club il nome del nuovo responsabile tecnico della prima squadra.

Pubblicato in Calcio

Ad una giornata dal termine del torneo cadetto, il Frosinone si avvicina alla promozione in Seria A vincendo a Chiavari (0-1), ma non può ancora festeggiare per il contemporaneo successo casalingo del Parma contro il Bari (1-0). Rallenta ancora il Palermo, costretto al pari casalingo dal Cesena (0-0). Brutta sconfitta del Venezia contro la Cremonese (5-1) che ottiene la salvezza aritmetica. Inutile la vittoria del Foggia sulla Salernitana (1-0). In coda, colpo,esterno dell'Ascoli a Pescara, mentre la Pro Vercelli supera la Pro Vercelli ma non non basta, perché entrambe retrocedono in Serie C. Rischia grosso anche il Brescia, sconfitto in casa dall'Empoli (0-2) Terminano in parità Perugia-Novara (1-1), e Carpi-Cittadella (1-1) Nell'anticipo del venerdì, l'Avellino batte lo Spezia(1-0) ed intravede la salvezza.

Risultati:

Avellino-Spezia= 1-0

Brescia-Empoli= 0-2

Carpi-Cittadella= 1-1

Cremonese-Venezia= 5-1

Entella-Frosinone= 0-1

Foggia-Salernitana= 1-0

Palermo-Cesena= 0-0

Parma-Bari= 1-0

Perugia-Novara=1-1

Pescara-Ascoli=0-1

Pro Vercelli-Ternana= 2-1

Classifica:

Empoli= 82 pt 

Frosinone= 71 pt 

Parma= 69 pt

Palermo= 68 pt 

Venezia=66  pt 

Bari= 64 pt 

Cittadella= 63 pt 

Perugia= 60 pt 

Foggia= 57 pt 

Spezia= 52 pt  

Salernitana= 51 pt 

Cremonese= 48 pt 

Cesena= 47 pt 

Brescia= 47 pt 

Pescara= 47 pt 

Avellino= 45 pt 

Ascoli= 45 pt 

Novara=44 pt 

Entella=41 pt 

Pro Vercelli= 40 pt 

Ternana= 37 pt 

 

Ivan Salvatori 

Pubblicato in Calcio

Una Salernitana distratta e già appagata per la salvezza raggiunta, esce sconfitta dallo "Zaccheria" di Foggia al termine di una gara nella quale le motivazioni hanno fatto la differenza. Il Foggia, che nutriva ancora qualche speranza di centrare i play-off, partono subito forte creando più di un grattacapo a Radunovic, per poi trovare il meritato vantaggio con Mazzeo. La Salernitana si fa vedere solo con la traversa di Rosina. Nella ripresa, i satanelli abbassano il ritmo e il pallino del gioco è in mano dei granata che sfiorano il pareggio con Sprocati e Di Roberto. Ora venerdì sera all"Arechi" ultima fatica stagionale contro il Palermo.

LA PARTITA:

Colantuono opta ancora per il 3-4-3: davanti a Radunovic, difesa a tre con Tuia, Monaco e Mantovani. Centrocampo inedito formato dalla coppia Akpa Akpro e Signorelli, con Casasola e Di Roberto sugli esterni. In avanti, ancora spazio al tridente Sprocati-Bocalon e Rosina. 

3-5-2 per il Foggia di Stroppa: Noppert in porta, Tonucci, Camporese e Calabresi in difesa. A centrocampo, Gerbo, Agnelli, Agazzi, Deli e Rubin. In attacco, Mazzeo e Floriano.

Dopo appena un minuto, prima occasione per il Foggia: Agnelli pesca Mazzeo, che solo davanti a Radunovic, tenta di scavalcarlo con un pallonetto che si alza sulla traversa. Al 5', scambio Floriano-Rubin con quest'ultimo che calcia di piatto trovando Radunovic pronto per la respinta. Al 26', ammonizione per Agnelli che strattona Rosina. Al 29, I rossoneri passano: Deli indovina il passaggio per Mazzeo che, da due passi, buca il portiere granata. La Salernitana reagisce subito cogliendo la traversa con un tiro di Rosina. Termina senza recupero il primo tempo.

Nella ripresa, all'8, Nicastro impegna Radunovic in una difficile deviazione in corner. Al 10', primo cambio nel Foggia: esce Floriano ed entra Nicastro. Al 12', cross di Sprocati sul quale Bocalon non arriva puntuale. Al 17', secondo cambio nel Foggia: Kragl entra al posto di Rubin. Al 22', Sprocati tenta il destro a giro sfiorando di pochissimo il palo. Proprio l'attaccante granata lascia il campo a favore di Palombi. Poco dopo, Colantuono inserisce anche il giovane Gaeta per Signorelli. Al 34', Di Roberto, con un colpo di testa in tuffo, costringe Noppert alla parata d'istinto. Al 39', esce Akpa Akpro per far spazio a Odjer. Prima del fischio finale, ammonizione per Monaco per un fallo su Mazzeo.

IL TABELLINO:

FOGGIA CALCIO (3-5-2): Noppert, Tonucci, Camporese, Calabresi, Gerbo, Agnelli (68'st 'st Scaglia), Agazzi, Deli, Rubin (59'st Kragl), Floriano (56'st Nicastro). A disp.: Guarna, Tarolli, Figliomeni, Loiacono, Beretta, Martinelli, CCelli, Rame', Scaglia, Kragl, Nicastro. All.: Giovanni Stroppa.

U. S. SALERNITANA 1919 (3-4-3): Radunovic, Monaco, Tuia, Mantovani, Casasola, Akpa Akpro (84'st Odjer), Signorelli (74'st Gaeta), Di Roberto, Rosina, Bocalon, Sprocati (69'st Palombi). A disp.: Russo, Asmah, Popescu, Kiyine, Minala, Ricci, Orlando, Rossi, Odjer, Palombi, Gaeta. All.: Stefano Colantuono. 

Marcatori: 29'pt Mazzeo (F).

Arbitro: Francesco Paolo Saia (Ragusa), A/A: Baccini /Colella.

Angoli: 3-9.

Recuperi: 0'pt, 4'st. 

Ammoniti: Agnelli (F), Monaco (S)

 

Ivan Salvatori 

Pubblicato in Calcio
Pagina 1 di 183
ASD APS Partizan Salerno. C. F. 95152990651. Sede operativa: via Cristoforo Capone 47, Salerno 84135. R.V.G.N 160/2013. Registrato presso il tribunale di Salerno il 28/02/2013 Registro stampa n. 4/2013 R.V.G. 160/2013 Cronologico n.401/2013.

Contatti: Gazzettino di Salerno

Sito Web realizzato da: Webartis di Silvio Caricasole