“Alice nel paese dei call center”, un libro che tutti i giovani italiani dovrebbero leggere

gennaio 20, 2015 0 Di Asia

Lo scorso 3 gennaio alla libreria Guida di Salerno si è tenuta la presentazione del libro “Alice nel paese dei call center”. Di seguito, trama e informazioni sul libro e su chi è l’autrice!

Dalila Coviello: chi è l’autrice di “Alice nel paese dei Call Center”?

Dalila Coviello è l’autrice del libro “Alice nel paese dei Call Center”, nata nel 1986 a Potenza, in Basilicata. Attualmente, la scrittrice vive in Abruzzo, dove si è trasferita, prima per motivi di studio e poi per desiderio di indipendenza. E’ proprio questo desiderio di autonomia che la spinge a fare delle scelte, anche sofferte,  che la porteranno alla scrittura di questa ironica autobiografia.

Alice nel paese dei Call center, un libro che parla dei giovani italiani precari

Il libro è un’autobiografia ironica e tagliente della stessa autrice, la quale nel suo libro racconta l’amara realtà dei giovani laureati Italiani “precari a tempo indeterminato”, realtà che lei stessa ha vissuto in prima persona.  Il linguaggio con cui è scritto è scorrevole e colloquiale, questo lo rende adatto ad un target molto ampio. Soprattutto a chi ritiene che i giovani italiani sono “choosy, come definiti dal Ministro Fornero qualche tempo fa. In quell’occasione Dalila Coviello scrisse una lettera di risposta al Ministro ed ebbe modo di essere pubblicata per la prima volta, sul Corriere dell’Università. Successivamente la sua lettera è stata oggetto di due articoli, uno su Africanews e l’altro sulla rivista Cosmopolitan.

Il messaggio che bisogna cogliere da Alice è che non bisogna demordere e perdere le speranze, anche se la vita non è come ce la siamo immaginati le soddisfazioni arrivano e la occasioni anche! È quello che è successo a Dalila, tutto è cominciato con degli “appunti” presi durante le lunghe ore di lavoro al call center. Dalle risposte telefoniche più fantasiose e dalla capacità della scrittrice di prendere tutto con pungente ironia è nato un blog; da quest’ultimo una proposta della Nike Editrice che ha creduto nel suo talento. Oltre alla realtà dei microcosmo dei call center e di tutti i professionisti con vari titoli di studio che ci lavorano dentro nel libro viene affrontato un altro tema importante: i colloqui di lavoro, con tutte le loro stranezze, false speranze e, talvolta, false identità. E’ da ritenere istruttivo per tutti i giovani che si stanno affacciando al mondo del lavoro nel nostro Paese, quello dei call center… per capire la scelta di questo titolo basta fare un giro su un sito qualsiasi di cerca lavoro.