Elezioni: area progressista a sostegno di +Europa

gennaio 18, 2018 0 Di Asia

Nel gennaio 2018, anche la Area Progressista è intervenuta a sostegno della lista +Europa. Di seguito, tutte le informazioni in merito a questa unione.

+ Europa: cos’è?

Lo scorso anno, in vista delle elezioni politiche italiane, si è parlato molto di +Europa, ovvero un partito politico italiano. Il partito si caratterizza per l’orientamento liberale e favorevole all’Europa, in esso hanno aderito molti altri partiti. Esso si candidato alle elezioni politiche del 2018 con una lista elettorale, di cui hanno fatto parte il Centro Democratico, Forza Europa, i Radicali Italiani e altri movimenti. Il cartellone elettorale di Forza Europa e dei radicali, vedeva come candidata Emma Bonino con +Europa ed è uscito il 23 novembre 2017. Dopo che vari movimenti sono confluiti nel partito, anche il partito Area Progressista ha deciso di unirsi, invece di andare nella lista Insieme.

L’esito delle elezioni politiche 2018 non è stato positivo perla lista + Europa, che ha ottenuto, infatti, solo il 2,6% dei voti. Per questo motivo non ha superato la soglia per partecipare ai seggi proporzionali, ma ha ottenuto un seggio nella ripartizione Europa, uno in Senato per Emma Bonino e infine due alla Camera per Bruno Tabacci e Riccardo Magi.

Area Progressista e +Europa

Come annunciato dal deputato italiano Michele Ragosta lo scorso anno, il partito area progressista ha sostenuto e ha iniziato a far parte del partito +Europa, capitanato da Emma Bonino e Tabacci. In questo modo, Area Progressista ha contribuito a delineare il programma del partito, sostenendo e nutrendo gli ideali europeisti che stanno alla base del movimento, in particolar modo in funzione della difesa dell’Europa.

I motivi che hanno spinto il movimento Area Progressista ad allacciarsi a +Europa, come spiega lo stesso Ragosta, si possono ritrovare negli obiettivi di allargare il centro sinistra per favorire il Partito Democratico. Nonostante la scelta di legarsi alla lista +Europa, Ragosta ha spiegato che le possibilità di unirsi alla lista Insieme in futuro sono ancora valide, in quanto i due movimenti sono comunque uniti da ideologie comuni in ambito di diritti, lavoro e ambiente, semplicemente nel passato momento politico Area Progressista ha visto maggiori possibilità di crescita costruttiva e concreta favorendo la lista +Europa.

Infatti, ricordiamo che il politico Ragosta ha sempre mostrato interesse e reattività nella lotta contro l’inquinamento, a favore del rispetto dell’ambiente, ma anche verso tematiche come il diritto al lavoro, alla vita, alla casa. Insomma, la scelta di Area Progressista sembra stata ben pensata, nonostante i risultati non siano stati completamente quelli sperati.