Venezuela e Salerno uniti da “la contemplazione di Edgar Borges”

settembre 12, 2018 0 Di Asia

Venezuela e Salerno – Due paesi legati da un’opera dello scrittore Edgar Borges, insomma un lavoro internazionale a tutti gli effetti. Di seguito, tutte le informazioni e curiosità a riguardo.

Speciale collaborazione tra Venezuela e Campania

Lo scrittore venezuelano Edgar Borges è riuscito attraverso la sua opera “La contemplazione”, uscita il 28 dicembre 2010, a creare una linea creativa internazionale che parte dall’America del Sud, in Venezuela, fino ad arrivare in Campania, precisamente a Salerno. Il libro ha vinto il premio Internacional de Novela Albert Camus e, successivamente, è stato tradotto dal sociologo Gianfranco Pecchinenda in lingua italiana. Ma di italiano non vi è solo la traduzione del libro! Infatti, anche la copertina del libro, per edizione italiana, è totalmente made in Italy ad opera della fotografa Anna Pianura. Come ha raccontato Edgar Borges, lo scrittore ha svolto una presentazione all’istituto Cervantes di Napoli e in alcune libreria della città di Salerno e in queste occasioni si è follemente innamorato della Campania. I territori italiani sono rimasti impressi nella mente e nel cuore dello scrittore  e per questo motivo ha deciso di partecipare anche alla Fiera “Più libri più liberi” tenutasi a Roma al Palazzo dei congressi di piazzale Kennedy.

Edgar Borges spiega poi la sua scelta di pubblicare e presenziare in Italia, dicendo che nel nostro paese ha trovato un pubblico molto forte e attivo, interessato alle dinamiche e alle storie dell’America latina. Proprio per questo desiderio e curiosità da parte degli italiani, ha visto delle nuove possibilità, delle nuove vie e strade da sperimentare e un “vuoto da colmare”attraverso la sua opera.

Edgar Borges e “La contemplazione”

Il libro di Edgar Borges riassume un pò quella che sembra essere la sua filosofia di vita. Infatti, l’opera ha come trama principale un storia innovativa, interessante, che si basa e inizia con la ricerca di un amante. La storia diviene molto intrigante e strana, poiché l’essere del protagonista va via via sempre più a imbattersi in omicidi, che coinvolgeranno varie personalità emarginate. Tra le personalità a cui Borges da risalto, troviamo immigrati, omosessuali, persone lasciate a sé stesse. Insomma, sembra proprio essere un libro riflessivo e introspettivo che da voce a chi non può parlare.

Dopo il successo de “La contemplazione”, Edgar vorrebbe anche tradurre in italiano la sua nuova opera “La ciclista delle soluzioni immaginarie”. Il suo nuovo libro parla, invece, di un burocrate che odia il suo matrimonio e tutta la sua vita. La storia prende una nuova piega quando il protagonista incontra una ciclista che risveglia l’immaginazione delle persone che vogliono tornare a vivere.