Costo del carroattrezzi: quando si può chiamare e in che modo

Costo del carroattrezzi: quando si può chiamare e in che modo

10 Settembre, 2019 0 Di Serena

Quando la propria auto si trova in panne il servizio del carroattrezzi si rivela fondamentale per liberare la corsia e provvedere alla sua riparazione. Ma quanto costa chiamare il carroattrezzi e in che modo si può usufruire del suo pronto soccorso? Cerchiamo di analizzare tutte le prospettive all’interno dei prossimi paragrafi.

Richiesta di soccorso stradale

Nonostante si speri di non averne mai bisogno il carroattrezzi è l’unico servizio idoneo al quale rivolgersi in caso di incidente, oppure guasto meccanico per il quale risulta impossibile raggiungere la prima officina disponibile sul territorio. Il carroattrezzi interviene anche nei casi di area di sosta soggetta al divieto, per rimuovere il veicolo in infrazione.

Il servizio del carroattrezzi si rende disponibile per il soccorso stradale comunale, provinciale e autostradale, attivo sette giorni su sette e 24 ore su 24. Le società autostradali che mettono a disposizione degli automobilisti il servizio offrono diversi piani assistenziali personalizzabili a seconda delle singole esigenze.

In caso di rimozione forzata di un mezzo i carroattrezzi provvedono al trasporto del veicolo presso i depositi adibiti, dove il proprietario potrà rivolgersi in seguito per il recupero, sotto il pagamento della sanzione prevista. Ma quanto costa rivolgersi a un carroattrezzi nel momento del bisogno?

Costi del carroattrezzi

Quando ci si rivolge al servizio del carroattrezzi il costo complessivo può subire diverse variazioni a seconda delle casistiche. Le uniche spese prestabilite sono messe a disposizione dall’Automobile Club Italia (ACI), la quale si occupa di soccorso stradale grazie ai carroattrezzi a disposizione.

Il servizio ACI si occupa del soccorso stradale, nello specifico, dei veicoli che non superano i duemilacinquecento chilogrammi di peso. I costi del recupero di un mezzo nei giorni feriali oscillano sui 115,40 euro a chiamata, mentre nei giorni festivi e notturni sui 138,40 euro. Rivolgendosi all’ACI si potrà usufruire di un carroattrezzi tra le società più vicine al luogo della chiamata.

Una soluzione alternativa ai costi sopra citati, ideale soprattutto per i lavoratori spesso fuori città, è rappresentata dalla sottoscrizione alla tessera socio ACI Club. Grazie all’abbonamento ACI si può usufruire di diverse agevolazioni tra cui il soccorso stradale in qualsiasi area nazionale, il traino del veicolo, 20 Km. a/r dal luogo di fermo, una tutela legale fino a 10 mila euro, il rimborso dei costi per il recupero dei punti della patente, vari sconti sui territori italiani ed esteri.

Tutti i servizi compresi all’interno della tessera socio ACI Club prevedono il pagamento di un abbonamento annuo particolarmente ridotto alle spese di una singola chiamata.