Lady Godiva: tutte le curiosità sulla donna che cavalca nuda

Lady Godiva: tutte le curiosità sulla donna che cavalca nuda

21 Agosto, 2019 0 Di Serena

Lady Godiva, chiamata anche Godgifu, fa parte di una leggenda tramandata nel corso del tempo secondo la quale una nobildonna inglese era solita cavalcare nuda. Lady Godiva cavalcava per le strade di Coventry con l’intento di ottenere l’attenzione del marito sull’abolizione di una tassa imposta ai propri vassalli.

Origine della leggenda

Stando ai racconti più popolari la nobildonna Lady Godiva aveva deciso di spogliarsi dei propri vestiti per cavalcare nuda per le strade inglesi di Coventry, portando avanti la sua manifestazione contro le decisioni del consorte. Il marito di Lady Godiva, il Conte Leofrico di Coventry, aveva imposto ai propri vassalli una tassa contro la quale la moglie si era schierata categoricamente contraria.

Lady Godiva nacque nel 990 d.C. nel regno di Mercia. Rimasta vedova del primo marito si unì per la seconda volta in matrimonio con il Conte Leofrico di Coventry. I due consorti si dedicarono in particolare alle sovvenzioni degli istituti religiosi inglesi, istituendo anche un monastero Benedettino all’interno della contea. Impegnati nella beneficenza i due consorti si occuparono anche dei finanziamenti di altri monasteri quali i Much Wenlok, Leominster, Chester ed Eveshan.

Il Conte Leofrico morì nel 1057, mentre Lady Godiva passò alla storia per essere riuscita a mantenere pieni poteri all’interno della proprietà e della contea. La nobildonna inglese morì il 10 Settembre 1067, sotto un alone di mistero a riguardo del suo esatto sepolcro. Diverse tesi odierne collocano i resti della nobildonna all’interno della Chiesa della Benedetta Trinità di Evesham, mentre altre fonti nella Chiesa di Coventry.

Perché la nobildonna cavalcava nuda?

La leggenda si concentra soprattutto sull’iniziativa di Lady Godiva ne cavalcare nuda per attirare le attenzioni del marito. Alla base del gesto si trovava una tassa imposta dal duca ai propri vassalli, giudicata ingiusta dalla consorte. Secondo i racconti popolare fu proprio il Conte Leofrico di Coventry, ormai stanco delle lamentele di Lady Godiva, a proporre alla consorte l’abolizione dell’imposta in cambio di un suo gesto.

Lady Godiva accettò quindi di cavalcare nuda per le strade della contea inglese, attirando gli sguardi di tutti i residenti, tra cui quello del giovane sarto Peeping Tom. Il ragazzo creò un foro attraverso le tapparelle per poter ammirare la donna senza veli, punito in seguito dalla giustizia divina, rimanendo cieco.

Il Conte Leofrico decise di abolire definitivamente la tassa imposta ai suoi vassalli in seguito alle gesta di Lady Godiva. Ancora ad oggi diverse commemorazioni rievocano le gesta della nobildonna inglese.