Shatush grigio: come si fa, a chi sta bene?

Shatush grigio: come si fa, a chi sta bene?

4 Novembre, 2019 0 Di Serena

Lo shatush grigio ha riscosso un grande successo nel campo delle acconciature nel corso degli ultimi anni. La tecnica di colorazione si adatta a tutte le diverse tipologie di capelli, ma necessita di una decolorazione aggressiva e un incarnato adatto. Come si fa e a chi sta bene lo shatush grigio?

Tecnica dello shatush

Prima ancora di parlare di shatush grigio è opportuno addentrarsi all’interno della tecnica per ricreare l’effetto dei riflessi staccato dalla radice. Lo shatush è una tecnica moderna di colorazione dei capelli, spesso accompagnata da una decolorazione precedente al fine di poter ottenere un risultato più chiaro sulla capigliatura scura. Questa tecnica di hairstyling va a sostituire le meches tradizionali per un risultato finale più naturale.

L’origine dello shatush risale ai primi anni ’60, ma la diffusione della tecnica si deve sopratutto agli anni recenti. Il realizzatore della tecnica di colorazione è stato lo stilista Aldo Coppola. Odiernamente lo shatush prevede moltissime tonalità di colore, ottenute grazie ad altrettante tipologie di decolorazione.

Shatus grigio: consigli utili

Lo shatush grigio si adatta a tutti i tipi di capigliatura. La tecnica viene spesso scelta per ravvivare il grigio naturale dei capelli, ma anche come base di colorazione per le ragazze e le donne più giovani. Il colore viene applicato sulle lunghezze, mantenendo invece la radice della sua colorazione naturale al fine di poter ricreare un effetto sfumato senza stacchi evidenti.

Il risultato complessivo dello shatush grigio si dimostra raffinato ed elegante, per una sfumatura più chiara in direzione delle punte dei capelli. Per ottenere l’effetto desiderato di uno shatush grigio è preferibile rivolgersi alle mani esperte di un parrucchiere professionale. L’hairstylist sarà in grado non soltanto di eseguire la tecnica dello shatush nel modo corretto, ma anche di optare per la giusta tonalità di colorazione sulla base del proprio incarnato.

Per realizzare lo shatush grigio è necessario cotonare i capelli e procedere con una decolorazione, per i tempi necessari ad ottenere il risultato corretto. Successivamente si rende necessario applicare un trattamento anti-ingiallimento per eliminare eventuali riflessi tendenti al giallo. La decolorazione sui capelli scuri richiede diverse tonalità per dimostrarsi efficace, mentre sui capelli più chiari è necessario un tempo di posa inferiore.

Lo shatush grigio è indicato sia sui capelli corti che sui capelli lunghi e richiede particolari ritocchi conseguenti alla ricrescita delle radici. In caso di decolorazione intensa, ad esempio sui capelli neri, è inoltre necessario provvedere ai trattamenti e alle cure successive per non indebolire la chioma.