Soda caustica: a cosa serve e quando utilizzarla

Soda caustica: a cosa serve e quando utilizzarla

7 Ottobre, 2019 0 Di Serena

La soda caustica è un composto alcalinizzante idrossido di sodio, dalla formula NaOH. A livello commerciale la soda caustica si trova disponibile soprattutto sotto forma di perle bianche, utilizzate per vari scopi. Andiamo a scoprire nel dettaglio tutti gli utilizzi, i benefici e le controindicazioni della soda caustica.

Di che cosa si tratta

La soda caustica è un composto dalla formula NaOH, di origine alcalinizzante idrossido di sodio, solida se esposta a temperature ambientali. La soda caustica assorbe molte quantità di acqua e di umidità presenti nell’aria a temperatura ambiente. In commercio si trovano perle di soda caustica, polvere e pasticche. La soda caustica più pura viene riservata al commercio alimentare. La soda caustica risulta infiammabile in etanolo e solventi, motivo per il quale il suo utilizzo richiede particolare attenzione.

Utilizzi della soda caustica

La soda caustica viene sfruttata in campo domestico e in campo alimentare. Generalmente il composto viene utilizzato per liberare le ostruzioni presenti nei tubi casalinghi, ma viene impiegata anche per la realizzazione del sapone casalingo. In campo chimico industriale la soda caustica viene utilizzata per la produzione della carta, la produzione della candeggina, la lavorazione delle fibre di cotone. 

Nonostante la sua corrosività la soda caustica trova impiego anche all’interno del settore alimentare. La soda caustica si trova difatti in diverse ricette e preparazioni culinarie, come additivo alimentare aggiunto siglato in E 524, come trattamento nella produzione industriale italiana delle olive. La soda caustica ad utilizzo casalingo può essere acquistata presso qualsiasi rivenditore di bricolage oppure tramite store online.

La soda caustica per le gli usi alimentari è invece più difficile da reperire in commercio, ma può essere acquistata con facilità su alcuni store online specializzati. L’utilizzo alimentare richiede la necessità di utilizzo di una soda caustica purissima, non trattata a livello industriale chimico.

Scheda di sicurezza

Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ha messo a disposizione una scheda tecnica di sicurezza in merito all’utilizzo della soda caustica, composta da varie sigle:

  • H290 (indica un grado di corrosività per i metalli)
  • H314 (indica un grado di corrosività nociva per la pelle e per gli occhi)
  • P102 (da tenere fuori dalla portata dei bambini)
  • P405 (da conservare al riparo)
  • P260 (da non inalare durante l’utilizzo)
  • P280 (indica la necessità di indossare protezioni come guanti e indumenti adatti e protezioni per gli occhi)
  • P302 + P350 (indica la necessità di lavare immediatamente la cute in caso di contatto)
  • P305 + P352 + P338 (indica la necessità di lavare subito gli occhi in caso di contatto)
  • P301 + P330 + P331 (indica la necessità di sciacquare la bocca in caso di indigestione accidentale)
  • P501 (indica le norme ambientali)