Università di Salerno: un semplice kit e l’auto diventa elettrica

Università di Salerno: un semplice kit e l’auto diventa elettrica

marzo 7, 2019 0 Di Asia

Sempre più persone vorrebbero utilizzare un’auto elettrica, anche se ancora acquistarne una può essere molto costoso e non alla portata di tutti. Tuttavia, oggi, grazie all’invenzione di Granfranco Rizzo, guidare una macchina elettrica potrebbe risultare molto più facile!

Auto diventa elettrica: il kit di Gianfranco Rizzo

Gianfranco Rizzo è un professore dell’Università degli studi di Salerno, non ché presidente dei corsi di laurea in Ingegneria gestionale e meccanica. Insieme agli allievi universitari, il professore ha ideato una macchina ibrida ad energia solare, il cui progetto sembra essere allettante.

Il concetto su cui si basa tale invenzione, è la presenza di un kit che ha il compito di trasformare automobili in benzina, diesel, gpl in un’auto elettrica. Il kit in questione è stato chiamato “HySolarKit” e il progetto è stato mostrato all’evento “TechnologyBIZ”, è fruibile sul sito www.hysolarkit.com. Il kit può essere applicato in after market, ovvero a vettura già acquistata. Il veicolo potrà muoversi sfruttando interamente le ruote posteriori, alimentate dal motore elettrico che contemporaneamente ricarica una batteria al litio.

Vantaggi del HySolarKit

Come spiegano i ricercatori, HySolarKit permette di trasformare la propria auto in automobile ibrida con maggiori vantaggi a livello di dispendio economico. Dopo prove e valutazioni, il prodotto funziona in modo perfetto e risulta quindi essere un modo alternativo valido e a basso costo. Gli sperimentatori riferiscono, però, che al fine di rendere il kit fruibile a livello di mercato, sono necessarie ulteriori ricerche. Attualmente, il professori e i suoi allievi stanno cercando fondi per portare avanti il loro progetto e per farlo hanno messo un video in rete attraverso cui viene spiegato il progetto.

Molte le persone attirate da questo investimento, lo stesso professor Rizzo da una stima riguardo ai profitti:

“Un fatturato di un miliardo di euro, moltiplicando il costo del kit solo per l’1% dei circa 36 milioni di veicoli in Italia. […] oltre ai finanziamenti ottenuti dal PRIN, Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale del MIUR, in partnership con il gruppo di ricerca dell’Università del Sannio, coordinato dal prof. Francesco Vasca, stiamo ricevendo richieste da numerosi partner, tra cui il politecnico di Milano e l’Università di Newcastle in Inghilterra”.

Attualmente, i ricercatori che lavorano nel team del progetto HySolarKit sono:Ivan Arsie, Mario D’Agostino, Massimo Naddeo, Vincenzo Marano, Cecilia Pisanti, Gianfranco Rizzo, Gina Scorziello e Marco Sorrentino. Insomma, un progetto tutto nuovo e da scoprire che valorizza le menti e gli ingegneri di Salerno.